itCatania

UNICT

Sigillo e logo Unict: simboli storici e di identità

Nuovo logo e vecchio logo messi a confronto: è sparita la dicitura Università degli Studi di Catania, sostituita da Università di Ctania per avvicinare ateneo e città

Lo scorso 12 febbraio durante una cerimonia in streaming, alla presenza del presidente del Parlamento europeo David Sassoli, si è inaugurato il  586°anno accademico dell’Università di Catania, fra le più prestigiose di Italia e la più antica di Sicilia. Nel corso della cerimonia è stato presentato anche il nuovo logo che dovrà proporre un’immagine completamente rinnovata, moderna e innovativa di Unict.

La più antica università siciliana

L’Università di Catania è la più antica della Sicilia: la sua fondazione risale infatti al 1434, quando il re di Spagna e di Sicilia Alfonso d’Aragona autorizzò la fondazione dello Studium Generale. Nel  1444 il pontefice Eugenio IV firmò la bolla istitutiva del Siculorum Gymnasium.  L’inizio delle attività accademiche avvenne nel 1445. Per quasi quattro secoli Catania godette della “privativa”, ossia del privilegio esclusivo di rilasciare lauree nel Regno di Sicilia. 

I corsi si tenevano nei locali della platea magna o “piano di Sant’Agata”, l’odierna Piazza Duomo, a fianco della Cattedrale, con l’annesso Seminario, e del palazzo del Comune. Sin dalla fondazione esistevano tre facoltà: Teologia, Giurisprudenza, Medicina e Arti seguite, dopo moltissimi anni, da Scienze matematiche, fisiche e naturali e Lettere nel 1840. Nel corso del 1900 vi furono le altre. La sede ufficiale divenne quella odierna nella “piazza della fiera del lunedì”, oggi piazza dell’Università. La costruzione del nuovo palazzo dell’Università risale al 1760. (Fonte: Salvatore Consoli (Archivio storico di Ateneo).

Il sigillo di Unict

Nei primi secoli della sua esistenza fino agli inizi del 1800, l’università etnea non aveva un sigillo proprio. Le fonti documentano che ai diplomi di laurea veniva apposto il sigillo del Vescovo pro tempore di Catania. Solo alla fine del XVIII secolo appare il primo sigillo dell’Università di Catania databile fra 1779-80. Esso è formato dallo stemma della casa borbonica regnante e lo stemma civico cittadino. Compare già nel periodo borbonico e perdura anche nel periodo postunitario, l’uso occasionale di un sigillo, derivato da uno degli stemmi del Comune di Catania, con civetta e Σ (= ΣΟΦΙΑ/σοφία), entrambi tradizionali emblemi di Atena e quindi della Sapienza. (Fonte: Salvatore Consoli (Archivio storico di Ateneo). L’Ateneo catanese è dunque rimasto senza logo per 500 lunghissimi anni.

Lo stemma civico catanese e il sigillo di Unict realizzato nel 1934 dalla professoressa Carmelina Naselli.
Lo stemma civico catanese e il sigillo di Unict realizzato nel 1934 dalla professoressa Carmelina Naselli. Fonte foto: unict

Logo e stemma civico

Dopo l’Unità, si usò prevalentemente il sigillo sabaudo con la dicitura “Università degli Studi – Catania” affiancato allo l’uso dello stemma civico di Catania.

Nell’anno 1934, in occasione dei solenni festeggiamenti per il V centenario dell’Università etnea, si creò l’unico sigillo ufficiale che tutti conosciamo. A realizzarlo furono la prof.ssa Carmelina Naselli con la collaborazione del prof. Guido Libertini. I due elaborarono un sigillo storico utilizzando  lo stemma aragonese e lo stemma catanese del Quattrocento. 

 Il sigillo proposto venne esaminato ed approvato dalla Consulta araldica, e dal capo del governo Benito Mussolini, con decreto dato in Roma il 20 settembre 1934. Ecco la descrizione del sigillo data nel decreto, conservato presso l’Archivio Storico di Ateneo: “D’azzurro: partito da un motivo d’ornato; nel primo allo stemma d’Aragona: d’oro, a quattro pali di rosso, affiancato d’argento a due aquile di nero, dal volo spiegato; sullo scudo, la corona reale aragonese; nel secondo, all’elefante di rosso, con la proboscide alzata, con le zanne al naturale, passante su un ristretto di rosso, sormontato dalla lettera A pure di rosso. Intorno, la scritta: SICILIAE STVDIUM GENERALE – 1434 -“. (Fonte: Salvatore Consoli (Archivio storico di Ateneo).

il nuovo logo e la nuova denominazione dell'Università di Catania
il nuovo logo e la nuova denominazione dell’Università di Catania

Il nuovo logo e progetto

Nel nel 2014 Unict propose una nuova elaborazione del sigillo ed emanò le  Linee guida per l’utilizzo del logo d’Ateneo. Durante lo scorso anno ha preso sempre più piede l’idea di rivoluzionare l’immagine dell’Ateneo, concretizzatasi in prima battuta con la realizzazione del nuovo logo, registrato ufficialmente e depositato il 29 gennaio scorso; esso accompagnerà d’ora in avanti tutte le politiche di comunicazione dell’Università. Il nuovo brand, progettato dall’agenzia milanese iMille, costato 8.000 euro, sarà utilizzato sui social, per attività di merchandising. Il nuovo brand si compone di cinque elementi principali, che possono essere utilizzati singolarmente, oppure combinati. Si tratta del pittogramma, dell’anello, del logotipo, del monogramma UniCT e della tagline.

Il nuovo logo presenta un elefante raffigurato di profilo, con la proboscide rivolta verso l’alto. L’anello riporta la dicitura presente nel logo originale dell’Università (Siciliae Studium Generale), oltre all’anno di fondazione. Con il pittogramma forma il sigillo universitario. Sarà utilizzato singolarmente in applicazioni non istituzionali, iniziative di comunicazione commerciali e merchandising. Non compare più la scritta Università degli studi di Catania sostituita da Università di Catania. Il monogramma Unict viene realizzato partendo dalla zanna dell’elefante; è la versione sintetica del logo primario. Rappresenta la forma contratta di Università di Catania: UniCT, sarà utilizzato nei loghi dei dipartimenti e in tutte le applicazioni che, per mancanza di spazio, non consentono l’utilizzo del logo primario.

logo storico e nuovo logo messi a confronto; figurano anche lo stemma civico catanese e l'elaborazione del sigillo storico in bianco e nero del 2014.
logo storico e nuovo logo messi a confronto; figurano anche lo stemma civico catanese e l’elaborazione del sigillo storico in bianco e nero del 2014.

Polemiche sul nuovo logo: mancano la storia e l’identità

La presentazione del nuovo progetto e soprattutto del nuovo logo, soprattutto sui social ha destato numerose polemiche, nate soprattutto dal fato che l’estrema sintesi operata nell’immagine del logo ha eliminato secoli di storia e identità siciliana e catanese. L’elefante del nuovo logo è lontano dal nostro liotru, simbolo di catanesità, che faceva bella mostra di sé sia sullo stemma civico che sul sigillo storico. Sono spariti i colori rosso azzurro, la A di Agata, Atena o Aragona che sormontava l’elefante. E’ sparita la la mazza-scettro simbolo di autorità culturale (Catania era considerata “chiarissima” tra le città demaniali appunto per la sua Università).E’ scomparso il Regno di Sicilia come è scomparso lo stemma aragonese che reca lo scudo con le due aquile con le ali spiegate in volo di Svevia-Sicilia e le barre d’Aragona. Esso è divenuto un simbolo semplice ma con significati territoriali e specifici. L’Etna, la clessidra, la connessione non propriamente adatti seppur iconici. Un’operazione che secondo i più ha voluto negare la nostra identità, sdradicare un’atavica tradizione e ha mostrato carenza di cultura.

L’elefante ha come segni caratteristici che fungono da orecchie due fiamme che dovrebbero richiamare l’Etna, protagonista di eruzioni spettacolari in questi giorni.

Si è voluta operare commistione fra tradizione e innovazione nelle intenzioni dei suoi creatori. Una fusione che corrisponde alla creazione di una nuova brand identity con felpe, magliette borse, spille, calze. L’ambizioso progetto sarà completato entro giugno.

Unict ha comunicato che il sigillo storico continuerà a comparire sulle pergamene di laurea  e sulla carta intestata nelle comunicazioni ufficiali e nelle cerimonie protocollari. Il nuovo logo, non sostituisce quello storico piuttosto, lo affianca.

Sigillo e logo Unict: simboli storici e di identità ultima modifica: 2021-03-01T09:50:00+01:00 da SABRINA PORTALE

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x