I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

UNICT

Nuovo allestimento per il museo di zoologia di Unict

Il Museo Di Zoologia dell'Università di Catania è il più antico di Sicilia.

Il museo di Zoologia del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell’Università di Catania è il più antico museo scientifico siciliano e dagli scorsi giorni, è oggetto di un nuovo e interessante allestimento.Vediamo assieme cosa ci proporrà questa struttura nei prossimi mesi del 2021.

Storia del museo di zoologia di Catania

Si tratta della galleria scientifica più antica della Sicilia, fondata nel  1853 dal professore Andrea Aradas. Il museo nacque come allestimento delle collezioni dei professori e dei soci dell’Accademia Gioenia di Scienze Naturali; col tempo si è notevolmente arricchito con l’aggiunta di altre prestigiose collezioni . Inizialmente, il museo si trovava presso il Palazzo centrale dell’ateneo catanese, dal 1922 è stato spostato in un edificio realizzato ad hoc, situato tra le centralissime via Androne e via Lago di Nicito. Si trova all’interno della sezione di Biologia animale. La struttura è composta da una sala di circa 230 metri quadrati a piano terra sormontata da un ballatoio. All’interno custodisce esemplari di mammiferi extraeuropei, rettili e uccelli e invertebrati marini e terrestri, provenienti da tutte le parti del mondo.

Alcune delle splendide collezioni che arricchiscono il museo di zoologia dell'Università di Catania.  qui esemplari di orsi  bianco e  Baribal.
Alcune delle splendide collezioni che arricchiscono il museo di zoologia dell’Università di Catania. qui esemplari di orsi  bianco e Baribal. Foto: pagina Facebook museo di zoologia e casa delle farfalle-Unict.

Le collezioni

Tra le tante collezioni di pregio presenti nella struttura spiccano quella degli oltre 160 uccelli, donata nel 1911 dal Circolo dei Cacciatori della provincia di Catania; la collezione del Barone Franco Auteri, costituita da un migliaio di uccelli esotici, donata nel 1923 da Angelina Paternò Castello di Biscari; un cranio di capodoglio risalente al 1912; un giovane elefante donato negli anni Trenta dall’imperatore di Abissinia, la collezione malacologica Aradas. Notevoli anche le collezioni ornitologiche Baglieri e Baglieri-Benanti che comprendono oltre 500 esemplari siciliani, e le grandi collezioni entomologiche Briganti (circa 30.000 coleotteri) e Ragusa (circa 5.800 lepidotteri e oltre 25.000 coleotteri). Approfondisci qui.

Nuovo progetto del museo di Zoologia

I lavori di allestimento, ad oggi, sono arrivati al 40% e proseguiranno nei prossimi mesi per finire presumibilmente nel mese di febbraio. Il progetto di ammodernamento è ad opera degli architetti Barbara Carfì e Sebastiano Pulvirenti, artefici di una disposizione “open” degli esemplari e del migliore e di un più funzionale sfruttamento dello spazio dell’edificio.

Alcuni degli animali esposti all'interno del museo di zoologia di Catania, il più antico della Sicilia. Nella foto gli animali della savana
Alcuni degli animali esposti all’interno del museo di zoologia di Catania, il più antico della Sicilia. Nella foto gli animali della savana. Fonte foto: pagina fb Museo di zoologia e casa delle farfalle Unict.

Fra le novità proposte anche la dislocazione dei grandi rapaci sospesi a 5 metri di altezza. I mammiferi, invece, saranno disposti su adeguate pedane rotonde che ne permettono la visione piena.

Il nuovo look del museo di zoologia

Grande è l’entusiasmo attorno a questo progetto. I lavori sono coordinati dal professor Giorgio Sabella, responsabile scientifico e dal dottor Fabio Massimo Viglianisi. Gli allestitori di Skenarte, stanno lavorando con passione e impegno a questo nuovo allestimento, nonostante le restrizioni imposte a causa del Covid-19.
Il museo custodisce la collezione più ricca in esemplari fra le altre presenti nel nostro Paese.

Una realtà poco conosciuta dai catanesi

Il museo è chiuso da circa due anni; è per lo più fruito dalle scuole ma l’attività è rivolta a tutte le realtà. E’ un luogo bene poco conosciuto e frequentato dai catanesi pur custodendo un patrimonio culturale di valore da riscoprire e tutelare. Esso è un’altra risorsa della nostra città. Al suo interno vengono allestite anche importantissime mostre come: “Natura elegans – Arte visiva e magia nelle tavole parietali vintage di Storia naturale” dello scorso settembre 2019. Il museo ha organizzato anche un evento per la prossima Notte europea dei ricercatori del prossimo 27 novembre a cui si può partecipare cliccando qui. Con questo nuovo progetto, il sito mira ad aumentare le proprie visite e a rendere il fruitore non solo osservatore ma protagonista appieno con interazioni, partecipazione e osservazioni dirette degli esemplari a 360 gradi.

La casa delle farfalle

All’interno del museo si trova anche la Casa delle farfalle, progettata dall’architetto Manfredi Nicoletti. Si tratta di una serra climatizzata in acciaio e vetro. All’interno sono allevati lepidotteri ed altri insetti, fra cui scarabei e  “insetti stecco” e “insetti foglia”, provenienti da vari paesi tropicali. Nella casa si allevano anche i bruchi nati dalle uova deposte sulle piante alimentari. Si contano circa 100 esemplari di lepidotteri, appartenenti a 20-30 specie diverse. 

Vedi anche: Ex Esperia diventa polo universitario.

Fonti: foto pagina fb Museo della zoologia e casa delle farfalle- Università di Catania; La Sicilia.

Nuovo allestimento per il museo di zoologia di Unict ultima modifica: 2020-11-25T09:17:08+01:00 da Sabrina Portale
Clicca per commentare

Devi essere loggato per pubblicare un commento Login

Lascia un commento

To Top