Terme di Acireale, dall'antico splendore all'abbandono assoluto itCatania -

itCatania

LO SAPEVI CHE SCOPRI CATANIA

Terme di Acireale, dall’antico splendore all’abbandono assoluto

Terme di Acireale, ingresso. Foto di: Gogo Terme

Fondate nel 1873 ma di origini molto antiche, le Terme di Acireale fino a qualche secolo fa erano meta di importanti personaggi ed erano conosciute per essere un ottimo centro termale per la cura e il benessere della persona. Quale destino riserva questo antico e magico luogo oggi terra abbandonata a se stessa?

Storia delle Terme di Acireale, dai Greci fino ai giorni nostri

Tutto ebbe inizio grazie agli antichi Greci che avevano capito presto quanto fosse salutale e terapeutica l’acqua sulfurea che proveniva dal vulcano Etna. Le Xiphonie in contrada Reitana furono edificate proprio da loro: di esse oggi rimangono solo pochi segni. I Romani, invece, giunti in Sicilia, riuscirono a costruire l’impianto termale a Santa Venera al Pozzo che ancora oggi è meta di interesse archeologico. A partire dal II secolo d.C, con il martirio di Santa Venera si iniziò a credere che il suo sangue, scorrendo nelle acque di Acireale, fosse riuscito a dotarle di incredibili poteri curativi.

Bisognerà attendere fino alla metà del 1800 per vedere nascere le Terme di Acireale con tutte le attrezzature adatte per ospitare clienti interessanti alla nuova offerta termale e personaggi di spicco. Il centro, infatti, ospitò Richard Wagner, Ernesto Renan, il re Umberto I e la regina Margherita, Menotti Garibaldi, il granduca di Baden e Antonio Cardarelli.

Gogo Terme 2
Terme di Acireale in stile neoclassico. Foto di: GoGo Terme

La grande struttura in stile neoclassico con il sontuoso albergo “Gran Hotel des Bains”, fu edificata a spese del Barone Agostino Pennini di Floristella che rese la città di Acireale nota per il centro termale siciliano. Nel 1989, ad esempio, divenne set cinematografico del film Palombella Rossa di Nanni Moretti. Negli anni a seguire molte furono le modifiche strutturali, fino al 1987 quando venne finemente attrezzato il nuovo Complesso Termale di S. Caterina. La tranvia Catania-Acireale permetteva ai fruitori catanesi di recarsi alle Terme di Acireale con facilità.

Proprietà benefiche delle acqua termali nell’entusiasmo generale

Le Terme di Acireale erano dotate di circa 60 vasche in marmo bianco, poste in stanze elegantemente arredate in cui veniva riversata acqua calda e fredda, dolce e minerale, profumata, aromatica o a vapore russo per mezzo di “cannelle metalliche”. Getti di acqua fredda scorreva dal tetto, permettendo di usarli come doccia. All’interno della struttura erano presenti apparecchi di idroterapia e speciali congegni che permettevano agli infermi di accedere alle stanze.

L’acqua solfurea, carbonica e salino iodica era utile per la cura di diversi mali. Molti clienti abituali si recavano alle terme per curare dolori reumatici, gotte, problemi di pelle, uterini, venerei, apparato respiratorio e anche inerenti al sistema nervoso. Anche lo stesso giornale locale manifestava tutto il suo entusiasmo per l’apertura del centro termale ad Acireale. “La più cara delle nostre aspirazioni, il più fervido dei nostro voti, quello cioè di vedere raccolte le preziose acque in apposito locale è ormai diventato un fatto. […] Facciamo sinceri elogi all’egregio proprietario signor Barone di Floristella, il cui nome ci suona caro e venerando, di aver dotato il paese di sì grande benefizio, aprendogli una nuova fonte di vitalità, innalzando a se stesso una fama imperitura, splendida, vera”.

Terme Acireale Year 1921 About
Le Terme di Acireale negli anni di maggior splendore.

Le Terme di Acireale oggi, quale destino?

A partire dal 2015 le Terme di Acireale sono state messe in liquidazione per problemi economici. Già dal 2009, comunque, erano chiuse al pubblico. A marzo del 2022 il Parco col suo magnifico giardino all’inglese è stato riaperto solo nel weekend grazie alle giornate FAI. Per la struttura neoclassica ideata da Floristella bisognerà attendere.

Dopo varie vicissitudini tra Regione e privati e un debito di oltre 9 milioni, oggi si pensa a come far ripartire questo importante e storico centro termale. Si attende il piano industriale, ma bisognerà prima di tutto sanare il debito. Ciò che è certo è che l’intera struttura necessita al più presto di una completa ristrutturazione, che negli anni ha portato problemi di infiltrazione d’acqua. Quindi, la futura gestione delle Terme di Acireale dovrà farsi carico di ripristinare il più possibile ciò che era anticamente presente, ristrutturare creando un nuovo centro termale fruibile a tutti e cercare di far tornare questo magnifico luogo al suo antico splendore.

Chi si prenderà questo importante incarico?

Terme di Acireale, dall’antico splendore all’abbandono assoluto ultima modifica: 2022-08-18T10:26:56+02:00 da Valentina Friscia

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x