I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

CUCINA CATANESE INTERVISTE

Sàpìo Restaurant: primo ristorante stellato a Catania

Sàpìo Restaurant, sala enoteca

Prestigio, orgoglio e tenacia, Sàpìo Restaurant è tutto questo. Rivalsa catanese dell’alta cucina, si distingue nel panorama gastronomico della città con la riscoperta della vera “estetica del gusto”.
In lista tra i migliori ristoranti del mondo, recensito dalla famosa guida francese, Sàpìo Restaurant è protagonista di un traguardo tanto atteso nella cultura culinaria catanese: l’agognata Stella Michelin. Traguardo raggiunto lo scorso anno grazie allo splendido lavoro e all’appassionata professionalità di due giovani catanesi, Alessandro Ingiulla (chef) e Roberta Cozzetto (sommelier e maître).

Inizia quattro anni fa il loro sogno. Il desiderio di tornare in Sicilia ha vinto i meriti di una vita all’estero, presso ristoranti europei di prim’ordine. Alessandro Ingiulla, vanto italiano, dopo un diploma presso l’Istituto Alberghiero di Nicolosi e una invidiabile gavetta d’oltralpe, decide di fondare Sàpìo Restaurant in terra natìa, insieme alla compagna Roberta Cozzetto (premio Gambero Rosso “miglior under 30 per la sala”).

L’anno scorso la gradita sorpresa: «Sapevamo che il ristorante era stato attenzionato dalla Guida Michelin» – ci racconta la Cozzetto – «abbiamo avuto ben due ispezioni nel 2019, ma non ci aspettavamo tutto questo. Ci ha gratificato molto».

Roberta Cozzetto e Alessandro Ingiulla, fondatori di Sàpìo Restaurant
Roberta Cozzetto e Alessandro Ingiulla, fondatori di Sàpìo Restaurant – Foto di Alfio Bonina

Sàpìo Restaurant, dallo stile minimal e rapito da sicilianità doc, è ubicato in via Messina 235. Nel suo accurato menù propone rivisitazioni in chiave moderna di piatti tradizionali come il “Biancomangiare alle mandorle tostate” o la “Zoccola in siciliano” (la nostrana cicala grande di mare). Tutti prodotti locali altamente selezionati. Non si limita soltanto alle sue radici, ma va oltre lo Stretto, presentando cucina nazionale. Pezzi forti che la Guida Michelin definisce «specialità» sono il “Piccione al burro salato” e il “Manzo con gelatina”.

Quando decidete di aprire Sàpìo Restaurant, e quali sono state le sfide maggiori?

Alessandro: «Abbiamo deciso quattro anni fa di realizzare nella nostra città tutto quello che fino a quel momento avevamo fatto in altri luoghi. Nel dicembre 2016, abbiamo quindi restaurato una vecchia bottega ed iniziato la nostra avventura. Tale decisione è stata molto naturale: io sono di Santa Maria di Licodia, e Catania è sempre stata la nostra città di riferimento.»
Roberta: «Abbiamo sempre creduto nella capacità catanese di accogliere le sperimentazioni e le innovazioni. All’inizio in molti non credevano in quello che stavamo facendo. Siamo riusciti lo stesso a portare avanti il nostro progetto. Grazie anche al fondamentale appoggio dei colleghi che – prima di noi – avevano vissuto l’esperienza del “ritorno in Sicilia”.»

Alessandro Ingiulla nella cucina di Sàpìo Restaurant
Alessandro Ingiulla nella cucina di Sàpìo Restaurant – Foto di Alfio Bonina

Raccontateci l’emozione di ricevere la Stella Michelin

Alessandro: «È stato davvero molto emozionante. Riconoscimenti del genere, al di là dell’importanza che hanno, ti fanno stare bene. Prima o poi qualcuno si accorge dei tuoi sacrifici. Quando apri un ristorante come Sàpìo Restaurant non sempre hai la sala piena. Non è bello quando prendi materia prima – che costa veramente tanto – e la butti perché non viene nessuno. Per questo per noi è stato molto importante.»

Che tipo di pubblico attira un ristorante come Sàpìo Restaurant?

Roberta: «Vengono soprattutto appassionati di un tipo di cucina ricercata, addetti ai lavori e turisti. Italiani ed esteri. Sono venuti a trovarci anche diversi chef, ristoratori e produttori siciliani.
Poter ricevere personaggi famosi del mondo della ristorazione come Pino Cuttaia e Ciccio Sultano, è stata una grande sorpresa. Ci ha colmato di orgoglio. Nel corso degli anni si è instaurato inoltre un rapporto di stima e affetto con tutti loro.»

Sala principale di Sàpìo Restaurant
Sala principale di Sàpìo Restaurant – Foto di Alfio Bonina

Le eccellenze siciliane sono le protagoniste dei piatti firmati Ingiulla. Ci raccontate il lavoro che c’è dietro a tutto questo?

Roberta: «È un gran lavoro di squadra. Il personale di sala e di cucina devono essere sempre interfacciati allo chef. Niente è lasciato al caso. Prima che un piatto arrivi sulle tavole della sala, bisogna che si conosca alla perfezione ogni alimento di cui esso è composto. Bisogna saper “narrare” ai commensali sia le sue caratteristiche fisiche, sia le ispirazioni dalle quali è stato concepito».

Sàpìo Restaurant: primo ristorante stellato a Catania ultima modifica: 2020-02-20T09:27:40+01:00 da Martina Tolaro

Commenti

To Top