I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

pubbliredazionale CIBO

U Mauru, un’insalata al sapore di mare tutta catanese

U mauru e la sua storia
Articolo promozionale

Pensate che le alghe possano essere tipiche solo della cucina nipponica e/o vegana friendly? E’ qui che vi sbagliate! Mauru profumo di mauru, è una delle ricette più antiche di Catania e Acireale. Ed oggi con #itCatania scopriremo cos’è e come si cucina u mauru.

L’origine do’ mauru è legata al lavoro dei pescatori con piccole imbarcazioni che non si allontanavano dalle coste. Il suo utilizzo nello scorso secolo (e prima), soprattutto tra i ceti più poveri, era diffusissimo.
Queste alghe rosse, che si trovano nei fondali della nostra zona tra aprile e giugno, erano un cibo tipico delle cucine di catanesi e acesi. Di solito, le famiglie delle alghe rosse usate sono le seguenti: Calliblepharis jubata, Gigartina acicularis, Chondrus Crispus e Grateloupia filicina.

L’origine do mauru è antica, povera e nobile al tempo stesso

I catanesi erano soliti raccogliere ‘u mauru dal fondale non profondo e consumarlo proprio sulla riva, insaporendolo solo con una spremuta di limone. U Mauru, all’epoca, era un piatto poverissimo e molto spesso si vendeva nei chioschi della città. I catanesi si fermavano al chiosco, lo condivano con olio e limone e lo gustavano insieme ad un seltz limone e sale. Un’usanza culinaria che era tradizione catanese doc! Se si parla con gli anziani della città dicono che co mauru si sciacquava a ucca!

U mauru e i pescatori
Un mauru è un’alga che si mangiava spesso nei chioschi a Catania (photo by pixabay)

La ricetta dell’alga rossa mangiata dai catanesi

La ricetta tipica catanese è molto semplice.
Ingredienti per quattro persone: comprate 800 grammi di mauro; due limoni; un buon olio extra vergine d’oliva; pepe. Come si prepara: mettete u mauru in un recipiente senza lavarlo. Conditelo con olio, limone e pepe. Poi mescolate con cura e lasciate riposare la vostra insalata marina per dieci minuti. A questo punto, la vostra insalata al profumo di mauru è pronta.

Dove trovare u mauru

Negli ultimi vent’anni degli anni ’90, però, inizia a circolare la convinzione che le buonissime alghe rosse di Catania racchiudevano tutto lo sporco del mare. Ed, invece, una delle cose che ridusse il germogliare del mauru fu proprio l’inquinamento dei nostri mari. Così si perse questa abitudine e del mauru non si ebbe quasi più traccia.
Oggi ritrovarlo nelle pescherie è complicato. Sono i pescatori dei piccoli porticcioli (tipo quello di Ognina) a rubare al mare ancora oggi questa preziosa alga rossa.
U mauru nella nostra epoca è diventato un piatto gourmet, che viene servito nei ristoranti a 5 stelle e2 di cui la popolazione giovane della città non sa nulla. Alcune piantagioni artificiali si trovano addirittura nel mare della Toscana.

Vi consigliamo di andare alla ricerca do mauru, di servirlo in una di queste serate di fine estate e di godere anche voi di un momento di tradizione nostrana.

U Mauru, un’insalata al sapore di mare tutta catanese ultima modifica: 2020-09-22T10:10:39+02:00 da Manuela de Quarto
To Top