ITINERARI

Etna d’inverno: attrazione turistica con funivie, piste e viste mozzafiato

Etna innevata vista da Nicolosi

L’Etna d’inverno non è solo immagini della signora in bianco e passeggiate fino ai rifugi per una cioccolata calda. Ma molto di più!
Catania, città dove regna il contrasto e l’armonia, la dualità e la rarità. Catania, luogo dove le stagioni si confondono, si sovrappongo e si alternano con una cadenza che non è mai la stessa, né mai rispecchia quella delle altre città d’Italia. In questa città, devota alla Santa che porta il nome Agata, il sole si trova a baciare le coste anche d’inverno, mentre la neve imbianca a muntagna.  

Oggi l’Etna ci guarda bianca e splendente, siamo ad un passo dal Natale e la nostra Signora si è vestita con l’abito delle feste. Certo, domenica scorsa alcuni catanesi facevano il bagno a S.G. Li Cuti, ma questi sono solo dettagli. Oggi l’Etna è bianca, ma non abbastanza per l’apertura delle numerosissime piste sciistiche.
Come, non lo sapete? L’Etna d’inverno invita, catanesi e turisti, a imbracciare sci, snowboard, slittino, ma se proprio non avete altro il classico, e molto meno pratico e sicuro, sacco della spazzatura, per recarsi lungo le sue scoscese pareti, morbidamente imbiancate.

Escursioni, passeggiate e tempo libero sull’Etna d’inverno

Siamo a ridosso delle feste natalizie, il centro della città è illuminato e popolato da mercatini. Catania saluta la stagione invernale, anche se le temperature sono ancora alte rispetto alla media stagionale. Motivo per il quale per le consuete settimane bianche c’è ancora tempo. Eppure, già da ieri è arrivato un vento maestrale, che non ci ha portato di certo Mary Poppins, ma di sicuro quel freddo pungente che prelude al nostro inverno. E l’Etna sta lì, ci guarda maestosa e muta. Aspetta che i suoi piccoli abitanti risalgano le pendici per andare a trovarla. Sicuramente lo spettacolo maggiore si avrà fra qualche mese, verso gennaio infatti le piste sciistiche apriranno. Sapevate che sull’Etna ci sono diverse piste sciistiche, ben attrezzate? Dalle più semplici a quelle più moderatamente difficili. Ma andiamo per ordine.

Sciare a Catania: l'Etna innevata. Fonte Pixabay
Sciare a Catania: l’Etna innevata. Fonte Pixabay

Sciare a Catania, mai stato così semplice!

Noi di #itCatania siamo andati a fare una passeggiata per voi, per il momento senza sci, ma con molta buona volontà. Ecco una piccola guida sulle piste dell’Etna, che fra qualche mese vi tornerà molto utile. I comprensori sciistici dell’Etna sono a Etna Nord – Piano Provenzana, zona Linguaglossa, e a Sud, zona ​Nicolosi. Sul sito skiresort.it il versante sciistico di Piano Provenzana è quello più quotato con tre stelle su cinque.

Per raggiungere gli impianti sciistici sull’Etna, versante Sud, e sciare a Catania, si possono usare quattro Funivie Etna. Queste funivie consentono agli sciatori, ma anche ai nostalgici delle passeggiate sulla neve, di risalire le piste da diverse altezze. Non è necessario essere uno sciatore, basta solo essere un appassionato di neve. Noi oggi, ad esempio, siamo solo appassionati di passeggiate!

L’Etna d’inverno: il versante sud

Pieni di buona volontà, ci rechiamo al primo impianto, chiamato “telecabine”, si prende dal rifugio Sapienza fino ad arrivare a 2.500 m.s.l.m. Da qui potrai andare a sciare sulla pista “Piccolo rifugio”, lunga quasi 3 km, con un dislivello di 580 m. Il colore della pista è rosso, quindi si prospetta una difficoltà media. La seconda funivia è biposto, una seggiovia. Parte dai 1.910 metri e arriva a 2.142 m. Qui troverete una pista sciistica di media difficoltà, lunga meno di un chilometro. La vista è spettacolare, da togliere il Fiato!

Funivie e Skilft

Il terzo impianto è lo skilift “Omino”, è un impianto di risalita per gli sciatori che parte da 2.125 metri e arriva a 2.294 m.s.l.m. La pista che troverete qui è rossa ed è lunga circa due chilometri. Il quarto impianto di funivia è “la Montagnola”. Parte da quota 2.500 m fino a quota 2.604 m.s.l.m. Gli escursionisti, anche i meno esperti, con l’aiuto di questi funivie non avranno di che temere!

Etna d’inverno: il versante nord

Per quanto riguarda, invece, il versante di Piano Provenzana troverete una seggiovia quadriposto e tre skilift, che portano a quattro piste rosse e due piste blu, per la discesa. Insomma, per i meno pratici consigliamo il versante Nord della nostra amata Etna. In questa zona, grazie all’assenza di crepacci o slavine, si può praticare anche il fuoripista, con il gatto delle nevi e poi ridiscendere con gli sci. Insomma, per gli escursionisti, i trekking e le passeggiate sulla neve è il posto ideale!

Sciare tutto l’anno!

Per gli sciatori alle prime armi, proprio come noi, ai piedi dell’Etna, nel parco Monteserra, si trova lo Skistadium, aperto tutto l’anno, una pista artificiale in materiale plastico. Insomma, fare un po’ di pratica aspettando la stagione invernale, non fa mai male!

Sciare a Catania: escursionisti sui sentieri dell’Etna. Fonte Pixabay
Sciare a Catania: escursionisti sui sentieri dell’Etna. Fonte Pixabay

Etna d’inverno un mondo da scoprire

L’Etna d’inverno con i suoi 3.343 metri di altezza e la sua ampiezza pari a 20 km, soddisfa proprio tutti. Da chi vuole passeggiare a chi vuole sciare all’Alberto Tomba. Noi catanesi spesso conosciamo poco a ‘muntagna innevata; il più delle volte ci limitiamo ad arrivare al rifugio Sapienza, prendere una cioccolata calda e poi scivolare di qua e di là sulla neve con gli slittini di fortuna, quando c’è la neve. Eppure l’Etna d’inverno è un mondo da scoprire, un peccato non prendere confidenza con Lei.

E per le future “settimane bianche”?

Lo scorso inverno, inoltre, gli sciatori che hanno frequentato le piste sull’Etna sono triplicati rispetto al 2017, sono dati che ci fanno ben sperare anche per quest’anno. È chiaro che Catania sia diventata non solo una meta estiva, ma anche una città da visitare d’inverno. E poi per i nostalgici del mare, cosa c’è di meglio di sciare, o passeggiare sulla neve, e vedere davanti a se’ una distesa di mare cristallino? Andare sull’Etna d’inverno è un’esperienza unica, anche se non siete sciatori professionisti o esperti di trekking da montagna, parola di #itCatania!

E voi, che ne pensate per le, ormai prossime, settimane bianche sceglierete l’Etna?

Manuela de Quarto

Autore: Manuela de Quarto

Sono nata a Catania, in Sicilia. Ho scoperto che amavo leggere quasi subito. Leggevo di tutto, rubavo i libri alle mie sorelle più grandi o li prendevo in prestito da parenti e amici. Leggevo libri e mangiavo limoni, entrambe le cose mi stavano portando dritto alla morte, sarà il destino delle grandi passioni! E poi un giorno, avrò avuto circa dieci anni, ho scritto la mia prima storia: da lì non ho più smesso, né di scrivere né, ovviamente, di leggere e mangiare limoni.
Etna d’inverno: attrazione turistica con funivie, piste e viste mozzafiato ultima modifica: 2019-12-05T00:59:17+01:00 da Manuela de Quarto

Commenti

To Top