ITINERARI

Monte dei Morti: le sculture laviche dell’Etna

Monte dei Morti in Sciara del Follone

Monte dei Morti. Un groviglio dantesco di meraviglia e terrore. Un luogo in cui la vista s’inganna e dipinge un girone infernale. Sembra di intravedere una gamba, un braccio e alcune figure ritorte. Le suggestioni si fanno vivide e si ha l’impressione di assistere alla fuga vana di corpi agonizzanti. Etna, serpente luminoso di lava incandescente, distrugge e ricrea. Un altro viaggio e un altro itinerario alla scoperta delle bellezze del territorio.

Monte dei Morti, capolavoro di Mamma Etna

Il Monte dei Morti è un capolavoro, figlio dell’Etna. Ci troviamo a quota 1950 mt circa sul versante nord del vulcano in località Sciara del Follone. Gli accumuli di colate laviche risalgono all’eruzione dell’Etna del 1614-1624. L’eruzione più lunga del periodo storico avvenne infatti sul versante settentrionale e formò la sciara più spettacolare dell’Etna. Il fenomeno, che durò per ben dieci anni, emise più di un miliardo di metri cubi di lava. Furono coperti 21 chilometri quadrati di superficie e le colate ebbero origine a quota 2550. La caratteristica particolare di queste colate fu quella di ingrottarsi ed emergere a valle fino alla quota di 975 m s.l.m., al di sopra dei centri abitati.

Monte dei Morti, percorso Grotte del Gelo

Monte dei Morti, capolavoro dell’Etna. Fonte della foto: wikiloc di Vanni…571

Lo svuotamento dei condotti, inoltre, diede origine ad alcune grotte laviche ancora oggi visitabili come ad esempio la Grotta del Gelo. Gli accumuli di colate che formano il Monte dei Morti sono di tipo “pahoehoe“; una lava di diversa conformazione (a corde, piana, a budella, etc), ma liscia e continua. Questa tipologia permette di camminarci sopra senza alcuno ostacolo. Il termine è hawaiano e significa “dove si può camminare a piedi nudi“.

Come raggiungere il Monte dei Morti

Il Monte dei Morti è una meta amata dagli escursionisti e la più affascinante dell’Etna. Ci troviamo nel comune di Randazzo e nella località Sciara del Follone. Per raggiungere questo spettacolo naturale potete partire dal rifugio Ragabo. Da qui prendete la strada carrabile di fronte il rifugio e attraversate la pineta. Arrivati alla caserma Pittarone dovete svoltare a sinistra seguendo il sentiero Pitarrone-Palomba. Continuate a camminare e attraversate il Monte Rossello. Troverete un bivio per la Grotta delle Palombe e dovete deviare a destra seguendo le indicazioni per il Monte Spagnolo e la Grotta del Gelo. Arriverete ad un grande slargo e partendo dalla Grotta dei Lamponi vi basterà seguire il percorso indicato da piccoli omini in pietra. Il Monte dei Morti si trova lungo il percorso che conduce alla Grotta del Gelo. Raccomandazioni: scarpe adatte, satellitare, un buon equipaggiamento (ci troviamo ad alte quote) e una guida esperta.

Omini di pietra per il Monte dei Morti

Gli omini in pietra che indicano il sentiero da seguire. Fonte della foto: Etna natura

Info, fonti e link utili

La pagina dedicata al Monte dei Morti curata e gestita dal portale di EtnaNatura

Il sito del Parco dell’Etna con tutti i numeri, le informazioni e gli avvisi del Dipartimento della Protezione civile della Regione Siciliana

Cristina Gatto

Autore: Cristina Gatto

Mi chiamano Chinaski e come il Perozzi di Amici miei, ho quasi dimenticato che il mio nome è Cristina. Ho una passione viscerale per il cinema e per la musica, colleziono vinili e oltre i libri leggo parecchi fumetti. Amo i gatti (nomen omen). Cos’altro aggiungere? Non pedalo perché non ho voluto la bicicletta, sono irriverente, sempre pronta alla battuta, dotata di autoironia (l’altezza l’avevano terminata) e come Luciano Bianciardi spesso mi domando “chissà se riuscirò a trovare la strada di Itaca, un giorno?”

Monte dei Morti: le sculture laviche dell’Etna ultima modifica: 2019-03-05T09:32:03+02:00 da Cristina Gatto

Commenti

To Top