LO SAPEVI CHE

Dov’è finita la seconda pista dell’aeroporto di Catania?

Pista Aeroporto Catania

La realizzazione della seconda pista dell’aeroporto di Catania è una storia all’italiana. L’Amministrazione Bianco sembrava vicina a realizzare, assieme allo Stato, il progetto dell’aeroporto di Fontanarossa ma è finito tutto nel dimenticatoio. La neo società Victoria Aviation Group potrebbe concretizzare la seconda pista a Centuripe.

Aeroporto Di Catania

Vista esterna dell’aeroporto di Catania

La proposta della seconda pista terminata nell’invisibile silenzio

Circa due anni fa si discuteva sulla possibile seconda pista dell’aeroporto di Catania. L’ex sindaco di Catania Enzo Bianco aveva assicurato l’inserimento del progetto nell’elenco del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica). Tra gli obiettivi c’era la realizzazione della tratta Nesima-Misterbianco della metropolitana di Catania e l’interramento della linea ferrata Catania-Siracusa per consentire la realizzazione della seconda pista dell’aeroporto di Fontanarossa.

Il Governo aveva impostato il “semaforo giallo” per la seconda pista, cioè sottoposta al “project review” per valutarne costi e alternative. L’opera compiuta avrebbe permesso alla Sac di realizzare una pista più lunga, consentendo ad aerei di grandi dimensioni d’utilizzare l’aeroporto di Catania.

L’ex sindaco di Catania commentava: «L’interramento una volta compiuto, permetterà alla Sac di realizzare un’altra pista, lunga 3.200 metri invece che 2.600, come l’attuale. Ciò consentirà di far atterrare a Catania gli aerei di grandi dimensioni utilizzati per i voli intercontinentali. Sul progetto della seconda pista dell’aeroporto di Fontanarossa si susseguono riunioni operative tra Ministero, Comune di Catania, Regione, Sac e Ferrovie dello Stato».

Nel 2018 della seconda pista non c’era più notizia. I buoni propositi (gridati) sono finiti in un inesorabile silenzio. Non c’è traccia della stazione a breve distanza dall’aeroporto di Catania, che avrebbe permesso ai passeggeri di scendere ed essere imbarcati su una navetta. Le motivazioni potrebbero risiedere nell’elezioni regionali e nazionali, che hanno mutato lo scenario politico. Altra ipotesi è l’abbassamento del costo della benzina, spingendo le compagnie aeree a utilizzare aerei più piccoli.

Victoria Aviation Group

Presentazione della Victoria Aviation Group

Aeroporto di Catania: la nuova società e il ritorno della seconda pista

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci è preoccupato della gestione aeroportuale in Sicilia. Gli aeroporti di Trapani (Ryanair ha abbandonato lo scalo in favore di Palermo) e Comiso sono in perdita con i costi sostenuti, in parte, dalla Regione. Nel contempo il Comune di Catania ha procurato alla Sac diversi ettari, attualmente inutilizzati.

L’idea del Governatore Nello Musumeci sarebbe dividere idealmente la Sicilia a metà, cioè una società orientale (Catania, Comiso, Lampedusa) e un’altra occidentale (Palermo, Trapani, Pantelleria). Recentemente è stata costituita una nuova società per azioni a Catania che, in aggiunta ad altre idee, vorrebbe riprendere la realizzazione della seconda pista per l’aeroporto di Fontanarossa.

La nuova società per azioni Victoria Aviation Group è costituita con capitali australiani ed interessata all’ampliamento del sistema aeroportuale di Catania verso l’entroterra siciliano. In prospettiva di uno sviluppo intercontinentale del trasporto aereo in Sicilia, la società vorrebbe realizzare nuove infrastrutture aeronautiche e servizi di manutenzione aerea.

La presentazione della Victoria Aviation Group è avvenuta nella sede centrale dell’Università Kore. Certamente la scelta della sede per la presentazione non è casuale. Anni fa dall’università ennese fu elaborato il progetto d’una possibile seconda pista dell’aeroporto di Catania, prevista nel territorio di Centuripe (EN). L’intenzione della società per azioni potrebbe essere di riesumare il progetto.

In conclusione, la seconda pista dell’aeroporto di Fontanarossa sembrerebbe uno di quei progetti macchinosi che finisce inesorabilmente nel dimenticatoio. Nel 2017 il progetto sembrava pronto ad essere avviato, in seguito c’è stata la timida ipotesi di rendere l’aeroporto di Comiso, in perdita, la (lontana) futura seconda pista. La nuova società per azioni Victoria Aviation Group vorrebbe riprendere una vecchia idea e realizzare il progetto nella “vicina” Centuripe. Il destino della seconda pista dell’aeroporto di Catania è incerto ma come due anni fa qualcosa torna a muoversi, concretamente o quasi.

Marco D'Urso

Autore: Marco D’Urso

Giornalista, spero di vivere di questa passione. Fanatico delle due ruote e della fotografia; pieno di ideali e senza prezzo nel cartellino.

Dov’è finita la seconda pista dell’aeroporto di Catania? ultima modifica: 2019-05-21T09:16:07+02:00 da Marco D'Urso

Commenti

To Top