itCatania - La pedonalizzazione di Piazza Teatro Massimo e nuovi fondi

itCatania

PIAZZE

La pedonalizzazione di Piazza Teatro Massimo e nuovi fondi

Il teatro massimo vincenzo Bellini torna a rivivere grazie a finanziamenti comunali e regionali

il meraviglioso teatro bellini di Catania torna a respirare grazie al contributo straordinario del comune di Catania e al finanziamento regionale

Oggi finalmente anche Piazza Vincenzo Bellini, conosciuta meglio come Piazza Teatro Massimo, diventa un’isola pedonale. Inoltre, il teatro Vincenzo Bellini beneficerà dei finanziamenti regionali e comunali. Vediamo nel dettaglio questi due importanti progetti cittadini. Il Comune di Catania, negli ultimi mesi si è adoperato fattivamente per mettere in atto il piano di pedonalizzazione delle principali piazze e vie del centro storico. Già lo scorso anno è stata avviata la pedonalizzazione in piazza Duomo e in piazza Dante.

Isole pedonali

A Catania sono presenti numerose zone cittadine pedonalizzate, alcune delle quali già Ztl (zone a traffico limitato) ; tra di esse figurano: via Crociferi, piazza Dante, piazza Duomo e un tratto di via Garibaldi. Nello specifico gli ultimi interventi hanno riguardato Piazza Dante e Piazza Duomo, bloccate alla acceso dei mezzi a due ruote non autorizzati con fioriere, dissuasori e segnaletica. Con questo importante intervento queste aree hanno cominciato a respirare e a essere liberate dagli autoveicoli parcheggiati lì in maniera selvaggia. E’ stata pedonalizzata anche via Etnea, che diventa un unicum da via Dusmet (Porta Uzeda) a piazza Stesicoro. Prossimamente si spera di attuare la pedonalizzazione del tratto di via Etnea dalla Collegiata fino a piazza Stesicoro, attualmente solo Ztl. Riguardo a queste ultime, spesso non completamente attive e rispettate, è stata operata una riorgarnizzazione più precisa. In progetto c’è anche la pedonalizzazione delle vie limitrofe e viciniore del centro storico come quelle che accolgono la pescheria.

Il Piano di pedonalizzazione

Ecco le vie rese isole pedonali: via Vasta, la zona che va da via Mancini a via Etnea; via Museo Biscari da via Manzoni a via Etnea; Carcaci da via Etnea a piazza Manganelli; Minoriti da via Etnea a via Manzoni; Santa Filomena; Diana; via Del Ritiro; piazza Vincenzo Bellini; piazza Mario Cutelli, piazza Currò; via Bozomo; via Auteri nel tratto da vicolo Buscemi a via Zappalà Gemelli. Abbiamo poi: via San Calogero da via Zurria a via Scuto; Vela; via San Gaetano alle Grotte; Gemmellaro da via Costarelli a via San Gaetano alle Grotte dalle ore 20,00 alle ore 02,00; piazza Santa Maria della Guardia; da piazza Mazzini a piazza Duomo; via Santa Barbara, da via Giuseppe Garibaldi a via Pozzo Mulino; via Sant’Anna, da via Giuseppe Garibaldi a via Vittorio Emanuele; piazza Asmundo e via San Benedetto, via Crociferi fino alla chiesa di San Camillo (Fonte).
L’amministrazione si propone di creare anche nuovi parcheggi, di incentivare e migliorare la mobilità attraverso i mezzi pubblici.

Attuata dagli scorsi mesi la progressiva pedonalizzazione di Piazza Teatro Massimo, il cui vero nome è piazza Vincenzo Bellini, luogo simbolo della movida catanese.
Attuata dagli scorsi mesi la progressiva pedonalizzazione di Piazza Teatro Massimo, il cui vero nome è piazza Vincenzo Bellini, luogo simbolo della movida catanese. Foto di S. Portale

Piazza Teatro Massimo diventa isola pedonale

L’obiettivo che l’amministrazione comunale si pone di raggiungere con questo ardito progetto è quello di aumentare la vivibilità per i cittadini e i turisti ma anche valorizzare e fruire delle bellezze monumentali della città. Proprio lo scorso gennaio si è operato il tentativo, seppur non completamente riuscito visto ancora la presenza di macchine che usano la splendida piazza come parcheggio, di realizzazione di un’isola completamente pedonale. Circa dieci anni fa era stata istituita una zona ZTL, mai veramente rispettata. Questa piazza e questo sito sono fra i più frequentati e iconici di Catania per la movida. La pedonalizzazione è un atto dovuto per ridare il giusto valore a questo luogo.
Queste importanti azioni, riusciranno a far diventare nuovamente centrale questa piazza, negli ultimi anni abbandonata a se stessa.

Recupero e miglioramento dei teatri di Sicilia col finanziamento della Regione

Lo scorso gennaio sono partiti i finanziamenti per l’ammodernamento e il recupero di oltre cento teatri siciliani da parte dell’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e della Regione Siciliana. Si tratta di un’importante e necessaria azione pubblica atta a migliorare e recuperare significativamente i teatri pubblici con lo stanziamento della somma di circa 22 milioni di euro. Per quanto riguarda Catania e la sua provincia saranno ben sedici i teatri pubblici che beneficeranno di questo intervento, volto a più moderne e funzionali le strutture. Oltre sei milioni e mezzo di euro sono, invece, previsti per altre 35 strutture teatrali di proprietà privata. Oggetto del finanziamento saranno il Teatro Massimo Bellini e il Teatro Stabile a Catania, che ancora oggi vivono una gravissima crisi nata da una cattiva gestione del bilancio.

Via teatro massimo, lo scorso gennaio è stata resa quasi interamente pedonale
Piazza Teatro Massimo , assieme ad alcune vie del centro storico catanese è oggetto di un importante e necessario piano di pedonalizzazione. Foto di S. Portale

Altri teatri siciliani da recuperare

Il finanziamento nella provincia di Catania riguarderà i seguenti siti: il Teatro Comunale Leonardo Sciascia di Aci Bonaccorsi, il Teatro Comunale dell’Opera dei Pupi di Acireale, Il Bellini di Adrano, La Fenice di Biancavilla, il Teatro “Nino Martoglio” di Belpasso; il Cine Teatro comunale a Bronte, a Calatabiano il Nuovo Cinema Paradiso, la Casa Teatro Semini a Caltagirone; a Gravina il Teatro Comunale “Angelo Musco”; a Licodia Eubea il Teatro della Legalità; il Cine-Teatro Tempio a Militello in Val di Catania, ilTeatro-Auditorium “Nelson Mandela” di Misterbianco, il Cinema Musumeci a Riposto, infine i teatri San Cono Cine-Teatro Chiarelli e l’ Auditorium “C.A. Dalla Chiesa” a San Gregorio di Catania.

Il Comune di Catania ha inoltre stanziato un contributo straordinario di fondi che ammontano a circa 350 mila euro per il Teatro Massimo Bellini. Inoltre, da pochissimi giorni, il sindaco di Catania è stato nuovamente incaricato del compito di presiedere il consiglio di amministrazione di questo importante ente cittadino dopo che una legge ne aveva impedito la gestione e acuito i problemi interni tanto da minacciarne la chiusura.

I 350 mila euro serviranno innanzitutto per ristrutturare la struttura, fortemente danneggiata, e per pagare tutti coloro che lavorano al teatro, disgraziatamente chiuso al pubblico per via della pandemia ma attivo attraverso tante e ricche manifestazioni come la prima visione della cine-opera “La Traviata”, girata tutta all’interno del Teatro Massimo Bellini, trasmessa lo scorso 3 aprile su Sky.

Sostegno al teatro e valorizzazione di Piazza Teatro Massimo

Quelli che vi abbiamo esposto sono tutti interventi necessari che mirano a rendere centrale il ruolo culturale del teatro non solo a Catania ma in tutto il mondo, soprattutto in questo periodo così difficile che ha colpito duramente i lavoratori dello spettacolo. Il Teatro è il cuore pulsante di una civiltà insieme al turismo e alla fruizione delle aree archeologiche ed è il carburante per la nostra Isola.
Anche la prossima totale realizzazione delle isole pedonali e altri interventi servono a far vivere pienamente la città ai cittadini che spesso non riescono a fruirne pienamente.
Fonte copertina: G. Costanzo

La pedonalizzazione di Piazza Teatro Massimo e nuovi fondi ultima modifica: 2021-04-21T14:28:36+02:00 da SABRINA PORTALE

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x