itCatania - Nuova vita per la piazzetta della Chiesa di Sant'Agata la Vetere

itCatania

CHIESE PIAZZE

Nuova vita per la piazzetta della Chiesa di Sant’Agata la Vetere

186513686 4275467702475358 6046049664195705187 N

La piazzetta davanti all’antica cattedrale di Catania, ovvero Sant’Agata la Vetere, negli scorsi giorni è stata finalmente liberata dalle ingombranti automobili che selvaggiamente sostavano lì davanti, dai parcheggiatori abusivi e resa finalmente area pedonale. Ecco il dettaglio dell’iniziativa con ItCatania.it
La Chiesa, alla spalle della Calcarella o Sant’Agata alla Fornace, e vicina al Sacro Carcere, è uno dei siti tipici dei pellegrinaggi dei devoti della Santa Patrona di Catania. Qui si crede che Agata subì il martirio. Al suo interno si custodirono dapprima le reliquie della martire  fino al 1040, con l’avvento dei Normanni.. Dapprima, in questo luogo sorgeva una piccola edicola consacrata ad Agata dal vescovo Everio.

Cattedrale dal dal 380 al 1094

Tra il 380 e il 436 il vescovo Severino costruì la chiesa che divenne sede vescovile e prima cattedrale. Nel 776 Leone il Taumaturgo rese la chiesa basilica. Con il trasferimento delle spoglie di Agata e la realizzazione di quella che oggi è la cattedrale, questo edificio assunse l’aggettivo “Vetere”. Personaggi storici come Riccardo Cuor di Leone, il generale bizantino Belisario, a servizio dell’imperatore Giustiniano e artefice della conquista bizantina dell’Isola, pervennero in questo sito come recita l’epigrafe nella lapide affissa alla facciata della Chiesa. Nella seconda metà del sec. XIV il vescovo Marziale erigeva la chiesa di S. Agata la Vetere in Priorato, dotandola di molti beni, e la dava in commenda ai Benedettini. Accanto alla chiesa sorgeva infatti un convento, oggi sede dell’Istituto ostetrico ginecologico

Distrutta da una serie di violenti terremoti, venne ricostruita nel 1823. Sotto la chiesa di San’Agata la Vetere vi sono resti di una necropoli, collegata con l’area archeologica del reclusorio del Lume.

L'indicazione di anno di fondazione della Chiesa di Sant'Agata la Vetere e l'iscrizione sulla lapide della facciata che riporta l'omaggio tributato alla Santa da Riccardo Cuor di Leone, Belisario e altri personaggi storici.
L’indicazione di anno di fondazione della Chiesa di Sant’Agata la Vetere e l’iscrizione sulla lapide della facciata che riporta l’omaggio tributato alla Santa da Riccardo Cuor di Leone, Belisario e altri personaggi storici.

Cosa custodisce la Chiesa di Sant’Agata la Vetere

L’interno è a una navata e sotto l’altare maggiore ospita il sarcofago greco di fattura romana in cui si trovava il corpo di Agata fino al suo trasporto da Catania a Costantinopoli ad opera del generale bizantino Maniace e su cui si racconta pregò Santa Lucia per ottenere da Agata la guarigione della madre.
S. Agata La Vetere è un ente ecclesiastico con personalità giuridica ai sensi del decreto del 21/09/1933 dell’allora Re Vittorio Emanuele II di Savoia. Subito dopo la guerra, essa divenne centro di riferimento per le fasce deboli della popolazione nei confronti delle quali svolgeva e svolge attività assistenziali, ricreative e culturali.

A partire dal 2003, grazie a diverse campagne di scavi archeologici sono emersi numerosi reperti. Questi testimoniano i vari insediamenti che si sono susseguiti dall’epoca romana fino ai giorni nostri.
La chiesa di Sant’Agata la Vetere l’11 aprile 2005 è stata certificata dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Catania come “Bene Culturale di interesse storico artistico”, ai sensi dell’art. 10 comma 1 del D.Lgs n°42/2004. (fonte)

Tolta al dominio dei parcheggiatori abusivi, fatta respirare dalle auto che la affollavano: ecco il nuovo aspetto della chiesa di s. agata la Vetere
la chiesa di Sant’Agata la Vetere, ovvero la “vecchia” è così chiamata in riferimento al trasferimento del titolo di cattedrale da questo sito all’edificio fatto costruire dal Conte Ruggero

La nuova vita della piazzetta della chiesa di Sant’Agata la Vetere

Grazie all’istanza presentata dal consigliere Cadili e dal primo municipio prontamente raccolta dal Sindaco, dall’assessore alla mobilità Pippo Arcidiacono, oggi la piazzetta è diventata di tutti. L’Ufficio del Traffico Urbano ha disposto la pedonalizzazione dello slargo antistante la chiesa. Non è la prima volta che ciò accade: lo spazio, liberato anni fa, è tornato ad essere un parcheggio abusivo.
La facciata della storica chiesa di Sant’Agata la Vetere , con questo intervento, conosce una nuova vita e potrà finalmente essere fruita pienamente dai turisti.
Nuova collocazione e visibilità ha anche la teca in vetro che custodisce i modellini delle tre chiese dedicate ad Agata.

I nuovi arredi della piazzetta della Chiesa di Sant'Agata la Vetere che rendono lo slargo isola pedonale
I nuovi arredi della piazzetta della Chiesa di Sant’Agata la Vetere che rendono lo slargo isola pedonale

L’intervento per la riqualifica della piazzetta

Numerosi cittadini e residenti, chiedevano da anni di valorizzare la storica chiesa. Negli scorsi giorni sono state collocate le fioriere in pietra lavica e terracotta, le panchine. Auspicato anche l’intervento mirante a uniformare la pavimentazione eliminando la parte male asfaltata che stride in quel contesto. Inoltre molti vorrebbero che si eliminasse lo spartitraffico che separa in due corsie via santa Maddalena e che alcune vie circostanti fossero rese completamente pedonali. Si chiede anche la presenza di più verde e la continua sorveglianza del sito da parte della polizia municipale.

Ulteriori progetti

Anche questo provvedimento che diverrà esecutivo con l’installazione della nuova segnaletica e che a breve confermeremo anche in Giunta – hanno spiegato il sindaco e l’assessore alla mobilità – si colloca nell’indirizzo dell’Amministrazione comunale di procedere gradualmente alla pedonalizzazione di luoghi di interesse storico-culturale e meta di visitatori.

Un provvedimento che è stato sollecitato anche dal consiglio del primo Municipio e da numerosi cittadini. Questi ultimi legittimamente hanno richiesto di inserire anche questa pedonalizzazione nel piano di interdizione al traffico veicolare di spazi e zone cittadine.
Progetti che si stiamo portando avanti e con cui stiamo rendendo effettive quelle che esistevano solo sulla carta e soprattutto creandone di nuove, assecondando la mutata sensibilità verso la mobilità sostenibile e il maggiore utilizzo delle persone degli spazi cittadini”.
Il sindaco assieme al capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, che oltre alla segnaletica, in piazza Sant’Agata La Vetere collocherà dei dissuasori con interventi leggeri di arredo urbano, compatibili con il contesto storico e ambientale.(Fonte). Questo importante intervento esprime la volontà di valorizzare sempre più il centro storico anche attraverso il progetto di pedonalizzazione di altre aree.

foto di Sabrina Portale

(fonte: BREVE STORIA DI CATANIA, APPUNTI SU LUOGHI E PERSONE A CURA DI ANGELO CONTE: Assessorato alla cultura del Comune di Catania, Lungomare Liberato).

Nuova vita per la piazzetta della Chiesa di Sant’Agata la Vetere ultima modifica: 2021-05-19T09:22:34+02:00 da SABRINA PORTALE

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x