I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

CIBO

Torta Savoia: un gioiello della pasticceria catanese

Torta Savoia, pasticceria siciliana

Torta Savoia. Tripudio di cioccolato e nocciola, strati di pan di spagna e una ricca glassatura. La Torta Savoia è una meraviglia di sapori e pura eleganza. Un dolce siciliano che somiglia a un capolavoro. Una torta che si lega ai ricordi collettivi di infanzia, dalla Pasticceria Svizzera Caviezel alla Pasticceria Mantegna. Una delizia che ha fatto innamorare personaggi come Leonardo Sciascia (se la faceva recapitare direttamente a casa sua dalla Pasticceria Di Pasquale di Ragusa) e che ha fatto sognare centinaia di siciliani. La storia, le curiosità e la ricetta del dolce dalle antiche origini.

Torta savoia, pasticceria siciliana
“Il cioccolato, piuttosto che il nettare o l’ambrosia, è il vero cibo degli dèi”. Joseph Bachot – fonte immagine pixabay

Storia e qualche curiosità sulla Torta Savoia

La Torta Savoia è un pezzetto di storia e tradizione. Il nome si allaccia ai sovrani piemontesi e la creazione, secondo alcune fantasie, alle sapienti mani delle suore benedettine. Si racconta, infatti, che il dolce sarebbe nato nel convento catanese in seguito all’annessione della Sicilia al Regno d’Italia. Altri, ancora, raccontano che la paternità della torta si deve a un pasticcere palermitano. Altrettante fonti, invece, parlano di un pasticcere tedesco. La Torta Savoia fu creata in un laboratorio palermitano in onore della visita dei reali e il pasticcere, trasferito successivamente a Catania, la esportò in città. Quale sia l’origine, forse, poco importa. La torta è amata da tutti i siciliani ed è riuscita a sopravvivere alla monarchia. Appaga i sensi e riempie i banchi e le vetrine delle pasticcerie isolane.

Torta Savoia, gioiello della pasticceria siciliana
“Cucinare è come amare, o ci si abbandona completamente o si rinuncia”. Harriet Van Horne – fonte foto pixabay

Ingredienti e ricetta

Dischi di pan di Spagna: 6 uova, 150 gr di zucchero, 90 gr di farina 00, 75 gr di fecola di patate.
Crema: 80 gr di nocciole, 50 gr di cioccolato bianco, 50 gr di cioccolato fondente, 50 gr di cacao amaro, 100 gr di burro, 100 ml di latte.
Bagna: 60 gr di acqua, 15 gr di zucchero, 1 cucchiaio di rum bianco.
Copertura: 250 gr di cioccolato fondente al 72% .

Preparazione: si inizia con il Pan di Spagna. Separate gli albumi dai tuorli; i primi vanno montati a neve i secondi, invece, amalgamati con lo zucchero. Lavorate sui tuorli e riponete in frigo gli albumi. I tuorli si devono mescolare con farina e con l’amido ben setacciati. Mescolate al composto anche gli albumi e continuate a mescolare dal basso verso l’alto. Versate in una tortiera imburrata ed infornate.

Aspettando che il pan di spagna si raffreddi, preparate la crema per la farcitura. Sciogliete i due tipi di cioccolato a bagnomaria e frullate le nocciole insieme allo zucchero a velo. Unite il latte, il cacao e il burro e amalgamate. Lo sciroppo per la bagna si prepara con zucchero e acqua. Nella bagna mettete il rum e mescolatelo. La torta deve essere composta pezzo dopo pezzo. Inumidite il primo disco con la bagna, spalmate un po’ di crema e poggiate sopra un altro disco. Procedete con uno strato di pan di spagna e uno di crema bagnando con il rum ogni disco tranne l’ultimo.

Mettete in frigo 30 minuti per riposare. Per la copertura, ancora, sciogliete a bagnomaria il cioccolato insieme al burro fino ad ottenere una crema lucida. Potete stenderla su tutta la torta con una spatola e mettete in frigorifero per qualche ora. La Torta Savoia è pronta per essere servita!

Torta Savoia: un gioiello della pasticceria catanese ultima modifica: 2020-03-26T13:03:20+01:00 da Cristina Gatto
To Top