itCatania - La pasta alla Norma catanese candidata a patrimonio Unesco

itCatania

CIBO

La pasta alla Norma catanese candidata a patrimonio Unesco

La Fipe Confcommercio di Catania, l’associazione dei ristoratori, ha avanzato la proposta del riconoscimento della pasta alla Norma come patrimonio culturale gastronomico dell’Unesco.

Uno dei nostri piatti più iconici, ovvero la buonissima pasta alla norma catanese, potrebbe diventare il prossimo Patrimonio dell’Umanità Unesco. Scopriamo i dettagli di questa proposta!

La Fipe Confcommercio di Catania, l’associazione dei ristoratori, ha avanzato la proposta del riconoscimento della pasta alla Norma come patrimonio culturale gastronomico dell’Unesco.

Il riconoscimento della pasta alla Norma catanese come patrimonio culturale gastronomico dell’Unesco

Grazie all’interesse sempre più diffuso per la gastronomia siciliana da parte della clientela straniera, la pasta alla Norma è diventato il piatto più apprezzato del nostra terra. Ha fatto sì che la Sicilia diventasse una delle mete più visitate nell’area del Mediterraneo, dove il legame fra cibo e luogo è forte. Abbiamo il dovere di dare il giusto riconoscimento a ciò che di bello e di buono ci rappresenta” ha spiegato Dario Pistorio,  presidente per la Sicilia della Fipe-Confcommercio.

Abbiamo bisogno di fare sistema attorno ad un marchio di qualità che alzi il livello della conoscenza della nostra ristorazione anche all’estero. E che dia valore all’impegno degli imprenditori e delle maestranze, chef e cuochi che operano nelle nostre cucine. Tutto questo potrebbe essere un buon veicolo per dare più visibilità alle tipicità della nostra filiera gastronomica in città“, gli ha fatto eco Giovanni Trimboli, presidente dei ristoratori della Fipe. Da questo presupposto è nata l’idea di candidare la pasta alla Norma a patrimonio gastronomico della cucina italiana, da valorizzare, tutelare e preservare.

Le proposte

L’obiettivo dei ristoratori catanesi, pesantemente penalizzati dalla pandemia, è quello di dar vita a una serie di iniziative per sponsorizzare la candidatura del prodotto locale anche e soprattutto in sede europea. Si è pensato di realizzare ad esempio un vero e proprio festival, “una giornata celebrativa itinerante nei ristoranti e per le vie di Catania e provincia” da realizzare il 23 settembre, già “Pasta alla Norma Day”, coincidente già con il giorno della morte del musicista catanese Vincenzo Bellini. Altre iniziative sono in fieri.

Pasta Alla Norma catanese, piatto tipico e iconico della città etnea
la pasta alla norma catanese potrebbe diventare un nuovo patrimonio culturale gastronomico dell’Unesco. Fonte foto: wikipedia

I cibi Patrimonio dell’Unesco

All’interno della macro categoria dei patrimoni dell’Unesco, tra ci cibi annoverati vi sono: la salutare dieta mediterranea, le viti da cui si ricava lo zibibbo dell’isola di Pantelleria, la pizza napoletana per quanto riguarda la nostra Italia. Altri prodotti tipici italiani hanno chiesto la candidatura il tartufo bianco di Alba, le cantine del Chianti, il Prosciutto di Parma.

Al di fuori di essa abbiamo: la cucina francese, la cucina messicana, la birra belga, il keskek turco, il washoku giapponese, il kimchi sudcoreano.

I patrimoni dell’Unesco in Sicilia

siti UNESCO in Sicilia sono al momento sette: la Valle dei Templi di Agrigento e la Villa Romana del Casale a Piazza Armerina, l’Etna, le Isole Eolie, Siracusa con la Necropoli di Pantalica e le città tardo barocche del Val di Noto, tra cui si annovera Catania, Palermo arabo normanna.

Prossimi siti in lista sono: Taormina e l’Isola Bella, Mozia, lo stagnone di Marsala, l’Altipiano dell’Argimusco.

Tra gli elementi del patrimonio immateriale UNESCO Sicilia figurano: l’arte dei muretti a secco, le grandi processioni a spalla e la pratica della transumanza,  l’Opera dei Pupi.

Tante sono le storie, leggende e aneddoti legati alla denominazione della pasta alla norma catanese.

Pasta Norma A. Finocc
Tante sono le storie, leggende e aneddoti legati alla denominazione della pasta alla norma catanese

Pasta alla Norma catanese: storia e leggenda

Tra le tante storie e aneddoti che riguardano la pasta alla norma si racconta che lo scrittore belpassese Nino Martoglio esclamò durante un pranzo tra artisti, fra cui figurava anche Angelo Musco: «Signora Saridda, chista è ‘na vera Norma!». Si sa che a Catania, Bellini e la Norma sono sinonimi di tutto ciò che è eccelso. Si racconta anche che, alla Scala di Milano il 6 aprile 1832 venne presentata l’opera belliniana, secondo alcuni sarebbe stato proprio il musicista a inventare ricetta insieme a un amico cuoco.

Un’altra spiegazione a questo nome: deriverebbe proprio dall’espressione “a norma”, ovvero fatto alla perfezione, secondo canoni e parametri perfetti. . Tra le tante versioni, quel che è certo, è lo stretto legame tra il piatto amato in tutto il mondo e la città. 

W la pasta alla Norma

Una proposta importante questa della candidatura della pasta alla Norma catanese, piatto simbolo della nostra città, che adesso, più che mai, può contribuire al rilancio del settore nel post pandemia.

Fonte foto copertina: Andrea Finocchiaro.

La pasta alla Norma catanese candidata a patrimonio Unesco ultima modifica: 2021-04-07T06:04:06+02:00 da SABRINA PORTALE

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x