STORIE

La storia del fisico nucleare tetraplegico Fulvio Frisone

La sua vita e la sua attività ricordano quelle di Stephen Hawking, genio della fisica teorica e Premio Nobel, venuto a mancare qualche mese fa. Il fisico catanese d’adozione, Fulvio Frisone, affetto da tetraparesi spastica distonica sin dalla nascita, ha in comune con Hawking l’amore per la fisica e la disabilità. Entrambi hanno però dimostrato ai “normodotati” che i limiti si possono superare, divenendo esempi da seguire per la vita, per la determinazione e per coraggio oltre che luminari della fisica.

Ormai da molti anni, Fulvio Frisone svolge attività di ricerca nel Dipartimento di Fisica e astronomia dell’Università di Catania. La sua vita è stata raccontata in un libro e in una fiction Rai dal titolo “Il figlio della Luna”.

Fulvio Frisone è considerato uno dei più brillanti fisici nucleari italiani.

Fulvio Frisone è considerato uno dei più brillanti fisici nucleari italiani. 

L’eccezionale storia di Fulvio Frisone

Fulvio Frisone nasce nel 1966, da genitori siracusani. Durante il parto, venne commesso un grave errore che compromise la vita del bambino, costringendolo a vivere su di una sedia a rotelle con difficoltà di parola e movimento.

Nonostante i problemi, Fulvio spinto dal coraggio della madre, Lucia Colletta e della testardaggine del padre, ha vissuto intensamente i suoi anni, dedicandosi con profitto allo studio, all’arte e ad altre passioni, come il mare, la poesia, nonostante tutte le difficoltà e le discriminazioni derivate dalla sua condizione. Tutto ciò fu reso possibile dall’impegno dei suoi familiari: il padre costruì per Fulvio uno speciale casco con un’asta che gli permetteva di scrivere e disegnare al computer.

Fisica

La tesi sulla fusione fredda che ha permesso a Fulvio Frisone di avere premi e riconoscimenti internazionali.

La laurea in Fisica Nucleare

Frisone si è laureato nel 1989 in Fisica Nucleare, presso l’Ateneo di Catania, con una tesi su “Le reazioni di fusione D-D in palladio deuterato”, con particolare attenzione alla fusione fredda, introdotta allora dagli scienziati Fleischmann e Pons, la fonte di energia pulita che potrebbe rivoluzionare, in meglio, il nostro modo di vivere. Un ruolo fondamentale in ciò lo svolge il palladio. Secondo i suoi calcoli, la probabilità di fusione è amplificata dalle impurità della materia.
Frisone ha dedicato i suoi studi ai fattori inquinanti che possono determinare dei buchi neri nell’atmosfera e alla possibilità di produrre energia nucleare pulita escludendo le scorie radioattive. Al fine di approfondire la ricerca sull’inquinamento il Dott.Frisone ha aperto, in intesa con il comune di Melilli in provincia di Siracusa, un centro nel 2007.

Fulvio Frisone: i riconoscimenti internazionali

I suoi studi hanno riscosso un grandissimo successo a livello internazionale. Le sue ricerche sono apparse sulle riviste scientifiche più prestigiose. Grande apprezzamento per la sua attività è stato espresso da: papa Giovanni Paolo II, da Antonino Zichichi, creatore del centro Ettore Majorana ad Erice,  Frederick Jaeger, organizzatore della settima Conferenza Internazionale sulla fusione fredda, e di altri esimi studiosi. Fulvio è  stato invitato a parlarne in Russia, Cina, Usa e negli Emirati Arabi Uniti.
Ha ricevuto numerosi premi in tutto il mondo. L’ingegnere ha ottenuto assieme alla madre, la cittadinanza onoraria nel comune di Prizzi, in provincia di Palermo. 

Eccellenza catanese nel mondo, Fulvio Frisone, ha tenuto conferenze in America, Cina, Emirati Arabi

Fulvio Frisone oggi

Oggi lo scienziato continua la sua attività presso l’Università etnea e collabora con altri enti internazionali. Fulvio vive ad Aci Catena ma negli ultimi mesi ha denunciato uno stato di malessere dovuto alla mancanza di adeguati aiuti economici. La signora Lucia si batte per chiedere allo Stato un’assistenza totale per il figlio, che al momento non ha diritto a un accompagnatore. Da gennaio scorso Frisone non riceve assistenza gratuita. Ricordiamo che Frisone rifiutò una cattedra presso un’università dell’Illinois per rimanere in Sicilia.

La storia di Fulvio Frisone è uno sprone per tutti coloro ogni giorno lottano per avere i diritti e affermare se stessi.

Vedi anche: https://catania.italiani.it/manuela-cavallaro-ricercatrice-dei-laboratori-nazionali-del-sud-dellinfn/

Sabrina Port

Autore: Sabrina Port

Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna, con il sogno del giornalismo, scrive da alcuni anni su testate locali, cercando di valorizzare quanto di più bello c’è nella nostra Sicilia e a Catania.

La storia del fisico nucleare tetraplegico Fulvio Frisone ultima modifica: 2018-05-03T09:12:11+00:00 da Sabrina Port

Commenti

To Top