I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

LO SAPEVI CHE

Drive in a Catania: proiezioni da lunedì 8 giugno

Drive in a Catania, Dirty Dancing

Drive in a Catania. Il simbolo pop degli Stati Uniti negli anni Cinquanta torna di moda proprio al tempo del Coronavirus. Gli ingredienti sono semplici: automobile, due giovani, uno schermo all’aperto e la magia di un film. Il fenomeno cult arriva proprio in questi giorni nella città di Catania. Un modo per ripartire, dal fascino vintage e una risposta allo stop causato dalla pandemia.

Drive in Catania: 8 giugno

Automobili, cinema e formule vintage. Ripartire con gli eventi, ma in totale sicurezza. Questo lo spirito di Giuseppe Rapisarda, imprenditore nel settore dei grandi eventi e curatore di “Dri­ve In – Li­ve’d 19 – I Por­ta­li“. Un for­mat che pren­de­rà il via l’8 giu­gno nei pres­si del Par­co com­mer­cia­le I Por­ta­li di San Gio­van­ni La Pun­ta e andrà avanti fino all’11 settembre. Un terreno di 14 mila me­tri qua­dri per 300 po­sti auto e uno scher­mo lun­go 25 me­tri e alto 13,5 me­tri per il Drive in a Catania. Il nome dell’evento, come facilmente intuibile, nasce dal gio­co di pa­ro­le tra live e co­vid-19. Un modo, ma anche un au­gu­rio per distrarsi e tornare a recuperare la bellezza e il piacere dello stare insieme.

Analogue 2974647 1280
Il cinema è uno dei tre linguaggi universali; gli altri due sono la matematica e la musica. (Frank Capra) – fonte immagine pixabay

Riappropriarsi delle proprie passioni, de­gli even­ti, ma anche del proprio tempo. I catanesi hanno sempre amato il cinema. Catania è stata un pullulare di case cinematografiche, cinema storici e set per di alcuni dei film più interessanti della storia. L’idea di Rapisarda è quella di dedicare giorni diversi agli altrettanti diversi generi cinematografici. Un’iniziativa per coinvolgere i cinefili, ma anche i curiosi, le famiglie e tutto il popolo dell’hinterland catanese. Un progetto che si muove per rispondere positivamente alla pandemia e cerca di soddisfare la voglia di evasione e leggerezza di un periodo buio.

Drive In Theater 5164481 1280
Perché a vita è cchiu difficili, ma il cinema è una magia capace di farci ancora sognare. L’arte che muove e commuove. Fonte immagine pixabay

Dall’ 8 giugno all’11 settembre

Il primo drive in della storia fu quello del 1933. L’idea partì Richard Hollingshead per permettere alla madre in sovrappeso di guardare i film senza alcun problema. Da lì fu un’esplosione di sale all’aperto che permettevano agli spettatori di sfoggiare la propria auto e al contempo spendere poco. I biglietti erano alquanto economici e i gestori dei drive in potevano permettersi un buon guadagno. Il declino avvenne in concomitanza con le migliorie delle sale cinematografiche e l’inglobamento dei terreni da parte delle città. Gli spazi adibiti al cinema all’aperto, infatti, si trovavano in periferia e i proprietari preferirono venderli o sfruttarli per costruire degli edifici. Il revival, negli ultimi anni, ha portato a una serie di riedizioni e “riesumazioni”. La proposta del drive in è stata dibattuta in lungo e in largo come risposta alla pandemia. Il Coronavirus ha cambiato radicalmente le nostre vite e le nostre abitudini. Quella che sembrava una nostalgica suggestione prende vita dall’8 giugno all’11 settembre. Il cinema all’aperto è un’ottima soluzione per garantire il distanziamento sociale e non rinunciare alla fruizione di un lungometraggio, ma… cosa ne sarà delle soluzioni green?

Drive in a Catania: proiezioni da lunedì 8 giugno ultima modifica: 2020-06-05T14:43:46+02:00 da Cristina Gatto
To Top