Villa Santa Maria degli Angeli: donata una palestra

itCatania

EVENTI

Villa Santa Maria degli Angeli: donata una palestra

Palestra Casa Accoglienza

Villa Santa Maria degli Angeli. La Filca e la Cisl hanno donato attrezzature e occorrente per realizzare una palestra presso il centro vittime di violenza. L’iniziativa, rivolta alle donne e ai bambini che fuggono da situazioni di maltrattamenti e di violenza, mira a contribuire e a promuovere l’autostima, la sicurezza e la fiducia.

Villa Santa Maria degli Angeli, il centro vittime di violenza

Villa Santa Maria degli Angeli è una struttura che si occupa di accogliere e di aiutare tramite percorsi dedicati le donne con o senza figli vittime di violenza in ambito familiare. Il centro vittime di violenza  in raccordo con i servizi sociali comunali offre un servizio essenziale che risponde ai bisogni emergenti delle donne e dei bambini nella realtà sociale della città.

L’iniziativa della Filca e della Cisl punta a sostenere tutte le condizioni di benessere psicofisico che, in un progetto di rinascita, sono necessarie per un vero percorso di crescita individuale e di reinserimento sociale delle donne in stato di disagio o vittime di maltrattamenti. Un impegno che il sindacato vuole portare avanti ogni anno per fare da supporto alle donne che vivono il proprio disagio nelle periferie esistenziali della città.

Campaign G5c53b6b7e 1280
No alla violenza – fonte immagine pixabay

La palestra, la consegna delle attrezzature e dell’occorrente

La consegna è stata effettuata da Maurizio Attanasio, segretario Cisl provinciale e da Giuseppe Famiano, segretario della Filca etnea e da Lucrezia Quadronchi, segretaria territoriale Cisl con delega alle politiche sociali. Alla consegna, oltre alla presidente della struttura Grazia Isgrò erano presenti alcuni volontari. Era presente, ancora, anche Alfio Galvagno, presidente dell’associazione “Sulle ali del sorriso”. Il gruppo, impegnato nella diffusione la “terapia del sorriso” nei reparti di oncologia pediatrica delle strutture ospedaliere del territorio, ha allietato i bambini presenti all’interno del centro antiviolenza.

Dietro ogni ospite ci sono storie di profonda sofferenza e solitudine. Paure e fragilità. Storie che raccontano però anche di tanto coraggio. Di voglia di sfuggire alla logica della violenza e dell’assoggettamento. Storie, ancora, che si muovono in direzione di condizioni del vivere sempre più qualitativamente sostenibili. Progetti di vita costruiti sulla indipendenza e autonomia della donna. Orientarle verso il mondo del lavoro, assicurare loro un alloggio sicuro e l’accesso ai servizi pubblici necessari sono obiettivi imprescindibili. Obiettivi che vogliono garantire alle donne e ai loro bambini il diritto di vivere una vita dignitosa e libera da violenza e disagio.

Violence Against Women G96ed81434 1280
stop violenza – immagine pixabay

I servizi delle case-accoglienza meritano di essere tenuti in grande considerazione dalle amministrazioni comunali. Attanasio e Quadronchi sottolineano che essi sono offerti nel pieno rispetto dei principi della L. 328/00 e del significato di presa in carico globale della persona. Aggiungono che però i finanziamenti erogati dalla Regione Siciliana spesso si impantanano nelle lungaggini delle burocrazie locali. È il caso di ricordare, nondimeno, alle Politiche sociali del Comune che, ove coerenti con la programmazione relativa, i servizi potranno essere finanziati a valere sulla programmazione del Piano Operativo PON Metro e/o sul Piano Operativo POC Metro della Città di Catania. La Cisl, aggiungono ancora, darà tutto il proprio sostegno per il giusto supporto.

Villa Santa Maria degli Angeli: donata una palestra ultima modifica: 2023-01-13T08:47:45+01:00 da Cristina Gatto

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x