itCatania

ARTE ARTIGIANATO

SoRu: due sorelle innovative d’arte nel cuore di Catania

SoRu: la creatività femminile a Catania

La volontà di due donne nel portare avanti un luogo così caratteristico Immagine propria

C’è chi continua a portare avanti la bellezza a Catania. Chi ha fatto dell’arte, oltre che una passione e un mestiere, un canale di espansione del bello. Inoltre l’arte diviene liberazione della propria essenza, emersione della creatività. SoRu è un laboratorio a Catania in cui si riscontra tutto questo. Un luogo che richiama la sensibilità artistica al femminile.

Annachiara Di Pietro e Lina Lizzio sono due sorelle d’arte che decidono di incontrarsi e portare avanti assieme il loro estro artistico. Entrambe svolgevano già lavori di restauro. A livello creativo ciascuna si esprime in un dato campo. Insieme si dedicano al restauro di legno, pittura e doratura.

SoRu come luogo favorevole per la creatività per la luce
La sensibilità femminile che emerge nell’atelier

SoRu: uno sguardo sulle protagoniste

Lina Lizzio (Red Liliz) conseguì alla facoltà di Beni Culturali la specializzazione in storia e restauro dell’arte. Per 15 anni lavorò in Francia, occupandosi di dorature. In seguito per sette anni l’artista girovagò per tutta l’Italia, cercando ispirazione. Così emerse il suo estro creativo, con la creazione di monili richiamanti la sicilianità. Red Liliz ha realizzato pure disegni fotografici, stampati su varie superfici e con tecniche diverse. Ella esprime la creatività con vari materiali (colla, legno, gesso, pietra). Una facoltà che rappresenta i gesti e la capacità di osservare soprattutto i particolari, attraverso la percezione. L’artigiana si è poi cimentata con la terracotta ed è una delle colonne portanti di Tabaré. La realizzazione dei disegni fotografici ha visto la collaborazione con Ljubiza Mezzatesta. Per Red Liliz le creazioni artistiche costituiscono un canale, oltre che per esprimere la sua essenza, per trasmettere vibrazioni positive e quindi della bellezza.

Annachiara Di Pietro, invece, segue un percorso inverso: dalla creatività giunge al restauro. Lei si formò all’Accademia, in qualità di pittrice. Annachiara ha sempre concepito l’arte, nel particolare la pittura figurativa, come ricerca del sé. Ella si è raccontata attraverso un diario (Vis-à-Vis) con vari suoi disegni. Un insieme di immagini in cui la pittrice esprime la sua essenza femminile, con la forza e la fragilità che la caratterizzano. Un diario autobiografico davvero introspettivo, tra sogno e realtà. Una rappresentazione delle percezioni che Annachiara ha del mondo. Nei disegni si riproducono, come costante, i quattro elementi (aria, terra, fuoco, acqua). Altre opere di Annachiara si trovano presso collezioni sia pubbliche (Tribunale di Catania, Procura della Repubblica) che private. Un’immagine da lei prodotta compare come copertina di un libro di Giuseppe Bonaviri e un’altra ancora sull’etichetta dei vini Al-Cantara.

SoRu: laboratorio di creatività femminile tra luci, colori, estro artistico
Gli strumenti di lavoro e di innovazione da SoRu

Composizione del laboratorio

SoRu è un atelier di restauro, inaugurato nel maggio 2019, in cui l’arte e la creatività esplodono. Un luogo con luce naturale, gli spazi sono distribuiti correttamente e proporzionalmente. Le stanze presentano un perimetro quadrato, consentono sia di lavorare che di allestire mostre. Si tratta quindi di uno spazio che funge al contempo da laboratorio e da galleria d’arte. Prima della pandemia vi era un susseguirsi di mostre, sia delle due sorelle d’arte che di terzi. Lina aderì, in qualità di Tabaré, a Wondertime, manifestazione artistica che coinvolge tutto il territorio catanese.

Si organizzavano laboratori di pittura, disegno, restauro, tecniche di doratura e di decorazione antica, per adulti e ragazzi. Per i più piccoli di prevedevano laboratori di pittura, disegno e giocoarte. Con quest’ultima parola ci si riferisce a corsi organizzati per far conoscere un artista, non solo con la teoria, ma soprattutto con la pratica attraverso dei lavoretti. Questi venivano realizzati dagli stessi bambini. Con il giocoarte si organizzavano feste di compleanno sempre per i più piccini.

Lo spazio è versatile: presenta un cortile esterno per allestire varie mostre, come una sull’andamento stile anni ’70. Un altro evento che vale la pena citare è un piccolo concerto che riguardava le riprese video per la promozione di un disco. Da SoRu l’attività di restauro consiste nel decorare interni, mobili, murales, pannelli, installazione. Si può pure ridare una vita completamente nuova ad un mobile antico.

Un atelier in cui innovazione e creatività costituiscono il perno. Due donne, sorelle d’arte, che si reinventano sempre. Una caratteristica fondamentale in un tempo così difficile come quello che si sta attraversando.
L’indirizzo di SoRu è via Gornalunga 5, vicino le Ciminiere, un’enclave artistica nella città.

SoRu: due sorelle innovative d’arte nel cuore di Catania ultima modifica: 2021-02-25T09:59:09+01:00 da Angela Strano

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x