QUARTIERI

La riqualificazione di San Berillo tra metropolitana e grandi progetti

Piazza Papa Giovanni XXIII

Punto nevralgico di ogni città, la Stazione Centrale rappresenta il primo biglietto da visita cittadino e l’ultima cartolina turistica. Attorno alla piazza Papa Giovanni XXIII di Catania è in corso una grande riqualificazione con progetti di taratura europea. Com’è percepito il cambiamento?

Il Comune di Catania ha avviato diversi progetti nel quartiere di San Berillo con l’obiettivo di rinnovare l’immagine turistica ed aggiornare i servizi pubblici allo standard europeo. La riqualificazione del porto ne è l’esempio recente con nuovi accordi portuali, maggiore organizzazione e un’atmosfera moderna in cui i servizi, seppur scarni, non mancano.

La piazza Papa Giovanni XXIII ospita la Stazione Centrale di Catania, in cui vi sono la linea ferroviaria, il capolinea degli autobus e la moderna fermata metropolitana. Il turista che giunge in quel che è parte del quartiere di San Berillo troverà, letteralmente, un grande cantiere a cielo aperto in cui si auspica di terminare i progetti in corso d’opera.

Metropolitana Stazione Centrale Catania (1)

Metropolitana Stazione Centrale Catania

Due progetti per dare nuova vita a San Berillo: metropolitana e promenade.

La riqualificazione di San Berillo, attorno alla piazza Papa Giovanni XXIII, sta avvenendo attraverso due progetti simbolo. L’ultimo concluso è la fermata della stazione metropolitana, curato dall’architetto Loredana Cucinotta. Un’oasi futuristica, connubio tra modernità e funzionalità, in cui il Comune effettua attività temporanee. I lavori sono stati eseguiti a ritmi serrati con disagi alla circolazione ma un risultato soddisfacente.

Il secondo progetto dalla storia progettuale controversa e secolare, ancora in corso d’opera, è il risanamento del corso Martiri della Libertà. L’idea su cui si fonda la riqualifica dell’area è quella di creare una lunga promenade con destinazioni d’uso residenziale e commerciale, verde pubblico attrezzato (diverrà il quarto parco cittadino), pista ciclabile e parcheggi interrati. Nei lotti da riqualificare erano presenti delle baraccopoli. Il cantiere avviato l’11 dicembre 2017 è supervisionato dell’architetto Mario Cucinella.

Al termine di entrambi i progetti si modificherà l’attuale concezione della Stazione Centrale di Catania unendo il Corso Sicilia (e dunque il cuore del centro storico di Catania) alla Stazione Centrale (centro del trasporto pubblico), creando un vera e propria passeggiata moderna (idealmente come l’attuale “passiaturi”) con maggiori servizi e rimodernando in chiave futuristica una zona del quartiere San Berillo attualmente ferma agli anni ’50.

Lavori Corsso Martiri Della Libertà (1)

Dettaglio cantiere Corso dei Martiri della Libertà

Dal progetto su carta alla realtà: l’attuale stato della Stazione Centrale con il blocco dei lavori al corso Martiri della Libertà.

La fermata metropolitana dall’inaugurazione a oggi ha subito poche variazioni. Gli unici lavori sulla metropolitana della Stazione Centrale di Catania hanno riguardato gli avvallamenti stradali, tuttora esistenti. Una piccola area attende tuttora d’essere riqualificata. Le attività ricreative sono diminuite ma il progetto ha mantenuto l’obiettivo prefissato di rendere un servizio pubblico aggiunto, oltre che moderna e accattivante una zona altrimenti lasciata a incuria e degrado. Piccoli accorgimenti e un maggiore coinvolgimento da parte d’iniziative private e comunali potrebbero migliorare la situazione.

I lavori in corso per la futuristica promenade del Corso dei Martiri della Libertà sono stati fermati dopo il cambio d’Amministrazione al Comune di Catania. Lo scetticismo generale per un cronoprogramma difficile da rispettare è diventato realtà. Finché la burocrazia non farà il suo corso, gli unici passi avanti effettuati sono stati l’appropriazione da parte del Comune dei terreni (motivo che ha reso secolare il progetto) e i primi lavori d’implementazione di verde e decori urbani. La preoccupazione decennale dei residenti per le baraccopoli è un ricordo, sollevando gli animi e dando un’immagine leggermente migliore della città per chi si dirige verso il centro storico.

L’attuale Amministrazione assicura la ripresa dei lavori dopo i nuovi bandi pubblici. C’è un cauto ottimismo nei commenti di turisti e abitanti. Da un lato la ripresa dei lavori al Corso Martiri della Libertà crea aspettative, con la riqualifica di una vasta zona finora immersa nel degrado. Dall’altro la passata convivenza col cantiere della metropolitana diffonde preoccupazione. La volontà del Comune ad essere celeri nei lavori potrebbe tramutarsi in dimenticanze e superficialità. Queste a lungo termine porterebbero a far perdere il successo conclamato su carta.

Lavori Corso Martiri della Libertà

primi lavori Corso Martiri della Libertà

Tra sogno e realtà: l’impegnativo progetto futuristico della promenade.

Il corso Martiri della Libertà potrebbe diventare esemplare per futuri progetti intenti a riqualificare zone di Catania attualmente abbandonate al degrado. Il sogno di una lunga passeggiata piena di servizi che possa fare d’asse di collegamento tra la Stazione Centrale e il centro storico di Catania. L’idea progettuale risale al 1913 ma la Grande Guerra fece rimandare per la prima volta il progetto. Seguì il piano di risanamento (fallimentare) del 1927. Nel P.R.G. del 1934 si concretizza l’idea di un rettifilo che unisca i due punti della città ma la II Guerra Mondiale interruppe nuovamente il progetto.

La vicenda a dir poco travagliata continua tra riproposizione del progetto e conseguente blocco. Un passo fondamentale avviene nel 1950 con la costituzione dell’Istituto Immobiliare di Catania (Istica) per il risanamento del quartiere di San Berillo. Facendo un passo avanti si giunge al 2016, momento in cui l’Istica cede le sue quote proprietarie al gruppo UniCredit banca. Quest’ultimo con un accordo col Comune permette l’avvio degli attuali lavori in corso. La scelta dell’architetto è ricaduta dapprima su Massimiliano Fuksas e in seguito a delle divergenze allo studio Mario Cucinella Architects.

Lavori Corsso Martiri Della Libertà (4)

Parte terminata del progetto di riqualifica

Il quartiere San Berillo pronto a reinventarsi senza tradire la sua essenza.

Il progetto in corso d’opera creerà un’inedita promenade che promette d’essere all’avanguardia attraverso la sua natura mista tra cemento, verde pubblico, negozi e unità residenziali. Il blocco dei lavori prolungato rischia di tramutare un sogno in incubo anziché realtà. Il cantiere è a forte rischio di vandalizzazione e degrado dovuti ad abbandono e incuria.

San Berillo può essere definito il cuore pulsante di Catania. L’essenza di un quartiere che oltre ad avere una storia intersecata alle vicende catanesi ha un’anima invincibile. Attenzionando la fermata metropolitana e proseguendo i lavori della promenade, San Berillo potrebbe diventare una delle zone d’eccellenza di Catania per servizi e innovazione.

Marco D'Urso

Autore: Marco D’Urso

Giornalista, spero di vivere di questa passione. Fanatico delle due ruote e della fotografia; pieno di ideali e senza prezzo nel cartellino.

La riqualificazione di San Berillo tra metropolitana e grandi progetti ultima modifica: 2018-10-31T10:43:35+00:00 da Marco D'Urso

Commenti

To Top