LUOGHI DI RITROVO

Gammazita: un viaggio alla scoperta di una straordinaria associazione culturale

Gammazita, Associazione culturale
18708

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

“Conosci tu la terra dove fioriscono i limoni?” Così canta Mignon nel romanzo Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister del poeta, scrittore e drammaturgo tedesco Johann Wolfgang von Goethe. Una terra che sente il respiro dell’Africa. Una geografia ideale, una commistione di culture che diventa giardino e amante, uno spazio aperto al canto: La Sicilia, culla del mediterraneo, è la terra in cui fioriscono i limoni; un’isola che si racconta in intense pagine di poesia, tra città, opere d’arte, borghi naturali e siti archeologici.

Piazza Federico di Svevia 92, adiacente la sede dell'associazione culturale Gammazita

Piazza Federico di Svevia 92, adiacente la sede dell’associazione culturale Gammazita

Catania e la leggenda del Pozzo di Gammazita

La Sicilia è Madre, donna, luogo di viaggi e di ispirazioni, ma anche di storie e di leggende. Estesa alle pendici sud orientali della straordinaria Etna, sorge Catania. Tra pietra lavica e barocco, si snoda in affascinanti palazzi e beni culturali come il maestoso Castello Ursino. Ed è qui, a pochi passi da questo meraviglioso complesso architettonico, che si trova un luogo che affascina ancora oggi i viaggiatori: il Pozzo di Gammazita. Una leggenda che si tramanda da intere generazioni e che trova la sua collocazione storica al tempo della dominazione angioina. La leggenda narra di una bellissima e virtuosa ragazza catanese e di un soldato francese che si invaghì di lei. La fanciulla, che portava il nome di Gammazita, era in procinto di sposarsi e rifiutò tutte le avances del giovane.

Gammazita era solita prendere l’acqua al pozzo e un giorno il soldato l’aggredì violentemente. Non vedendo alcuna via di scampo e per confermare l’amore per il suo promesso sposo, preferì morire gettandosi dentro il pozzo. Nel corso dei vari anni, le leggende si sono moltiplicate, sono stati aggiunti dettagli e personaggi. Il valori però, sono rimasti gli stessi: la purezza, l’onore e la determinazione della ragazza. Il Pozzo di Gammazita è un luogo che purtroppo negli anni ha risentito dei problemi relativi allo stato di conservazione. È stato oggetto di proteste da parte dei cittadini per tentare di sensibilizzare l’amministrazione comunale e spingerla ad intervenire sulla manutenzione di un bene comune.

L'associazione culturale Gammazita

Logo dell’associazione culturale Gammazita

Gammazita: i volontari del Castello Ursino

Dal 2013, un gruppo di volontari, partendo proprio dalla voglia di riqualificare il pozzo, ha dato vita ad una straordinaria realtà locale. L’associazione culturale Gammazita, ha trasformato una vecchia bottega, situata vicino il pozzo, in un ambiente colorato. Un punto di aggregazione per grandi e piccini. Un calendario denso di eventi e di attività sociali e culturali. Un centro che lavora ogni giorno, che coinvolge gli abitanti del quartiere. Che sprona i cittadini a prendersi cura della zona che vivono. La piazzetta adiacente la struttura è diventata un’isola felice.

Il parcheggio abusivo è stato soppiantato da vasi in cui crescono melanzane, mais e zucchine. I progetti sono tantissimi. Come non citare Piazza dei Libri, una biblioteca a cielo aperto, oppure i corsi di lingua a prezzi popolari. Un luogo in cui potersi esibire, suonare, dipingere, ma anche una scuola di samba, di percussioni e di giocoleria grazie alla Scuola Popolare di Giocoleria e Circo Sociale. Le intenzioni dell’associazione sono un atto d’amore verso la città di Catania e verso i suoi cittadini. La creazione di una nuova intensità della vita e dello spazio in cui esprimerne il valore.

 

Cristina Gatto

Autore: Cristina Gatto

Mi chiamano Chinaski e come il Perozzi di Amici miei, ho quasi dimenticato che il mio nome è Cristina. Ho una passione viscerale per il cinema e per la musica, colleziono vinili e oltre i libri leggo parecchi fumetti. Amo i gatti (nomen omen). Cos’altro aggiungere? Non pedalo perché non ho voluto la bicicletta, sono irriverente, sempre pronta alla battuta, dotata di autoironia (l’altezza l’avevano terminata) e come Luciano Bianciardi spesso mi domando “chissà se riuscirò a trovare la strada di Itaca, un giorno?”

Gammazita: un viaggio alla scoperta di una straordinaria associazione culturale ultima modifica: 2017-06-10T14:02:36+00:00 da Cristina Gatto

Commenti

To Top