I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

LEGGENDE

Scoglio degli eterni amanti: una leggenda catanese

Scoglio degli eterni amanti, lungomare

Scoglio degli eterni amanti. Una storia che racconta di Catania e si lega a doppia mandata con essa. Una leggenda che si annida nella roccia lavica e nasce da vaghezza e fantasia. Una perla di meraviglia, tenerezza e compassione che svela un’altra sfaccettatura della città tra acqua e fuoco. Un racconto, forse poco conosciuto, ma pungente e impregnato di romanticismo tinteggiato di fosco. La leggenda dello scoglio degli eterni amanti.

Una splendida alba vista dal lungomare di Catania – Foto di Marco Meli

Scoglio degli eterni amanti, una leggenda che racconta di un angolo del Lungomare di Catania

Il Lungomare di Ognina, la passeggiata più frequentata della costa catanese, riserva storie e anfratti di pura bellezza. Sarà capitato moltissime volte di fermarsi, con una certa curiosità, a osservare quell’insolita conformazione rocciosa. Gli scogli, avviluppati in un romantico bacio, muovono fantasie e improvvisano sogni. La leggenda narra dell’amore tra due giovani vissuti secoli addietro. In un’(im)perfetta dualità ci racconta di lei, ricca e magnifica e di lui, di sentimenti gentili, ma sfortunatamente squattrinato. La storia, ancora, ci racconta del padre della fanciulla e dei suoi tentativi per ostacolare quell’amore puro e sincero. La ragazza, infatti, promessa a un ricco notabile catanese, non poteva frequentare l’innamorato. Il padre si oppose con tutti i mezzi. Fece di tutto per sabotarlo e arrivo finànche a proporre uno strano e maligno compromesso. Il giovane avrebbe potuto sposare l’amata se fosse riuscito ad arricchirsi nell’arco di cinque anni. La proposta, subdola e meschina, fu accettata e il giovane partì alla ricerca di fortuna.

Scoglio degli eterni amanti, lungomare
Scorcio del Lungomare di Catania, luogo di ritrovo e passeggiata più lunga della costa catanese – Fonte: pixabay

Il ritorno del giovane a Catania

Il giovane uomo, allo scadere del quinto anno tornò a Catania. Era riuscito a fare fortuna e le ricchezze, finalmente, non gli mancavano. Aveva lottato strenuamente per il suo amore e non vedeva l’ora di avverare i suoi desideri. Il fato, però, non fu dalla sua parte. L’amata si era già sposata con il ricco notabile proposto dal padre. Delusione, rabbia e amarezza pervasero il giovane quando, in un impeto d’amore e disperazione chiese un bacio all’ormai sposa ricevendo un diniego. Il giovane, così, che tanto aveva sperato e combattuto per quella passione, morì di estremo dolore. La leggenda, però, non finisce qui e riserva ancora alcune sorprese. Al suo funerale, infatti, accadde qualcosa di misterioso. Si presentò una donna vestita di nero e con il viso coperto da una veletta suscitando stupore e curiosità tra i presenti. La figura femminile si avvicinò al caro defunto, alzò il drappo, concesse un bacio e morì in quel lugubre e perfetto istante. Etna, splendida dea, quasi mossa a compassione, scolpì tra gli scogli quell’ultimo bacio dopo una colata lavica. Eterno monito d’amore.

Info e fonti

Lo scoglio degli eterni amanti si trova presso il Lungomare di Catania, più o meno di fronte Viale Ruggero di Lauria, 91/93.

La leggenda è stata raccontata da Milena Palermo, studiosa e divulgatrice della storia e della cultura catanese attraverso la pagina facebook Obiettivo Catania”.

Cristina Gatto

Autore: Cristina Gatto

Mi chiamano Chinaski e come il Perozzi di Amici miei, ho quasi dimenticato che il mio nome è Cristina. Ho una passione viscerale per il cinema e per la musica, colleziono vinili e oltre i libri leggo parecchi fumetti. Amo i gatti (nomen omen). Cos’altro aggiungere? Non pedalo perché non ho voluto la bicicletta, sono irriverente, sempre pronta alla battuta, dotata di autoironia (l’altezza l’avevano terminata) e come Luciano Bianciardi spesso mi domando “chissà se riuscirò a trovare la strada di Itaca, un giorno?”
Scoglio degli eterni amanti: una leggenda catanese ultima modifica: 2020-02-14T09:45:16+01:00 da Cristina Gatto

Commenti

To Top