Raviola catanese alla ricotta, "what else?"

itCatania

CIBO

Raviola catanese alla ricotta, “what else?”

Raviole catanesi, Savia

Raviola catanese fritta alla ricotta. L’articolo potrebbe finire già qui. Chi ha avuto la fortuna di mangiarne anche solo una in tutta la sua vita ha raggiunto il Nirvana. Una raviola non la puoi spiegare. La devi semplicemente mangiare. Parlo con te, caro turista. La rosticceria catanese è ampia e variegata, ogni pezzo racchiude una storia e non puoi proprio dire di aver visitato Catania se non ti sei “ammuccato” una raviola.

Raviola catanese fritta (ogni tanto va bene anche al forno) alla ricotta

Il lettore che mi segue (sarà sicuramente uno e solo, non è possibile che qualche altro si possa dilettare a leggere i miei costanti vaneggiamenti) sbufferà per l’ennesimo sfogo sul cibo. Non è possibile parlare di Catania attraverso il cibo. Non è normale, ci sono tante altre cose di cui parlare, non è vero? E invece… in questi anni ho scritto di tutto. Dalla piazza al monumento. Dal personaggio famoso a quello meno. Ogni tanto cerco di informare il lettore con proposte e iniziative che mirano a rivalutare un quartiere o un aspetto poco considerato. Poi c’è il cibo. Non posso esimermi. Rivendico il diritto in quanto catanese di parlare della mia città attraverso il cibo.

Raviole Catanesi
Frittura e ricotta, il connubio perfetto della raviola – Foto di Santi Comis

Noi catanesi siamo colorati, chiassosi e il cibo racconta di noi e diventa pretesto per incontrarsi, per condividere e fare amicizia. Mangiamo, ingrassiamo e siamo felici. La raviola catanese è sicuramente la maggior imputata per i nostri kg in eccesso, ma come si fa a resisterle? Con quel profumo di fritto che si mescola sapientemente a quello di vaniglia e cannella e la ricotta che si scioglie in bocca? La raviola catanese racconta la colazione di un popolo. Bar e panifici ne friggono e ne sfornano a centinaia. Tra iris, cipolline e arancini ci sarà sempre uno spazio dedicato a loro. Piccola precisazione: la raviola deve essere consumata esclusivamente fritta, la variante al forno è sicuramente da provare (blasfemia), può andare bene se siete a dieta e non volete esagerare, ma è tutt’altra “esperienza”.

What else?

Cos’altro aggiungere? L’estate sta finendo, le ferie pure, si ritorna a scuola e a lavoro. Non esistono più le mezze stagioni e non comprendo perché ancora si ostinano a pubblicare quello che scrivo. Catania mi manca, mi manca sempre. Mi manca, però, la Catania della mia infanzia con i suoi profumi. Mi manca il basalto lavico, ma non la “munnizza”. Mi manca la semplicità e la spensieratezza della mia vita catanese.

Ricotta 4628369 1280
Ricotta, uno degli ingredienti principali per poter fare le raviole catanesi

Se la brioche con lo zucchero ha scandito i miei giorni di bambina, la raviola alla ricotta lo ha fatto con quelli dell’adolescenza. Non riporto la ricetta della raviola perché il web è pieno e ne trovate una pure qui corredata da un interessante approfondimento sulla ricotta di pecora. Solo un consiglio: “ammuccatevi” una raviola, sedetevi al tavolo di un bar con i vostri amici e i vostri affetti. “Ammuccatevela” anche per me.

Foto di copertina: Pasticceria Savia

Raviola catanese alla ricotta, “what else?” ultima modifica: 2022-08-25T10:10:01+02:00 da Cristina Gatto

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x