I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

'NZICHITANZA COSA VEDERE

‘Nzichitanza! Catania in un giorno – un itinerario a piedi

'Nzichitanza! eventi

‘Nzichitanza! Torna anche questa settimana la rubrica firmata da itCatania che consiglia cosa fare, cosa vedere e dove andare per scoprire la città tra acqua e fuoco. Una città dalle mille sfaccettature, un connubio di storia, profumi, colori e sapori. Una città vivace, frenetica e con tanta bellezza da raccontare (e salvare). Difficile visitarla in un giorno, impossibile respirarla pienamente in sole 24 ore, ma se avete poco tempo è possibile (con impegno e molta iniziativa) “assaggiarla e accarezzarla” con la promessa di ritornare. Un itinerario – rigorosamente a piedi – dedicato a turisti e curiosi.

‘Nzichitanza! 24 ore a Catania

Non si può non iniziare una giornata nella città dell’Elefante senza una colazione catanese. Una granita con la brioche, un iris, un panzerotto o una cipollina per i più audaci. I bar del centro storico sono tantissimi e avrete solo l’imbarazzo della scelta. Dopo la colazione dirigetevi immediatamente verso la Pescheria di Catania. Questo luogo è l’anima della città, il volto dalla Catania più autentica. Addentratevi tre le viscere, parlate con i venditori, ascoltate le loro parole e i loro consigli. Ammirate una delle parti più antiche della città. I banchi, infatti, si trovano nel tunnel scavato sotto il Palazzo del Seminario dei Chierici e le mura di Carlo V di fronte agli Archi della Marina per proseguire in Piazza Pardo in Piazza Alonzo di Benedetto.

Piazza Duomo – Scorcio della Fontana dell’Elefante, o anche fontana del Liotru e della Cattedrale di Sant’Agata – Foto di Sebastian Ferri

Dalla pescheria tornate a Piazza Duomo, lasciatevi rapire dalla Cattedrale di Sant’Agata, dalla Fontana dell’Amenano, da piazza Università (prestate attenzione ai lampioni, rappresentano le quattro leggende di Catania) e dirigetevi verso piazza Stesicoro per scoprire l’Anfiteatro Romano e a Fera o’ Luni – Mercato di Piazza Carlo Alberto. Per pranzare? La polpetta di carne di cavallo o la caponata in via Plebiscito e subito dopo una visita al Monastero dei Benedettini e via dei Crociferi per scoprire il barocco catanese oppure una trattoria di piazza Federico di Svevia per lasciarvi incantare dal Castello Ursino, dalla storia del pozzo di Gammazita e magari sorseggiare un seltz limone e sale in uno dei chioschi.

Castello
Castello Ursino – Fonte: pixabay

Non è ancora finita

Se avete finito di visitare tutti i luoghi che vi abbiamo consigliato potete dedicarvi allo shopping presso i negozi di via Etnea o farvi un aperitivo per riposarvi e rimettervi in forze prima di scoprire le ultime attrazioni della città. Fate una passeggiata all’interno di Villa Bellini e fatevi raccontare del Cigno Catanese. L’ultima cosa prima di fare al tramonto? Sicuramente vedere Catania dall’alto grazie alle sue splendide terrazze. La sera, invece, se avete voglia di scoprire la movida, scegliete via Santa Filomena per cenare e via Gemmellaro per sorseggiare un cocktail o uno dei tanti locali disseminati vicino piazza Teatro Massimo (date un’occhiata allo splendido Teatro Massimo Bellini). Prima di tornare nel vostro albergo o nel vostro b&b? Concludete il tour mangiando un dolce. I bar notturni e i laboratori vi stupiranno! ‘Nzichitanza! rinnova l’appuntamento per la prossima settimana e vi augura un buon week-end!

‘Nzichitanza! Catania in un giorno – un itinerario a piedi ultima modifica: 2020-01-24T14:19:27+01:00 da Cristina Gatto
To Top