itCatania - Luciana Dolliver: talento catanese nel canto

itCatania

PERSONAGGI

Luciana Dolliver: talento catanese nel canto

Luciana Dolliver: cantante nata a Catania

Luciana Dolliver: cantante nata a Catania

Catania ha dato i natali a diverse figure femminili, le quali si sono distinte per il talento, come Giuseppina Gargano e Sara Scuderi. Altre invece sono emerse per via del temperamento tenace, è il caso di Costanza II di Sicilia. Luciana Dolliver è stata una cantante la cui voce rievoca freschezza e leggerezza. Sono aspetti fondamentali per un periodo così oscuro, quale quello della guerra, equivalente alla sua produzione musicale.

Cenni di vita

Angela Alecci, così all’anagrafe, nasce a Catania il 28 aprile 1910. Da giovanissima riesce a spiccare come ballerina e cantante dialettale. Il debutto alla radio avviene nel 1939 con l’orchestra Barzizza. In seguito si aggrega ad altre orchestre, quali quelle di Angelini, Petralia, Segurini, Semprini e Ferrari. Dolliver raggiunge l’apice della popolarità durante la seconda guerra mondiale. In quel periodo canta per le truppe ai fronti di Albania, Grecia, Jugoslavia e Slovenia. Dopo la fine del conflitto torna alla radio.

Nel secondo dopoguerra la cantante assume ruoli importanti, come prima donna, nel teatro di rivista, un’evoluzione del varietà dagli spiccati connotati artistici. Sono spettacoli di carattere leggero, con prosa, canto, musica e danza. Luciana Dolliver, quindi, collabora con diverse compagnie che facevano teatro di rivista, quali quelle di Virgilio Riento, Dante Maggio, Aldo Rubens, Fratelli Bonos, Nino Donato. Con queste compagnie teatrali Dolliver porta avanti diversi spettacoli come “Scandal Show” (1944.1945), insieme a Clelia Matania e Alberto Sordi. Altri spettacoli da ricordare sono “Saluti e baci” (1946), con Lina Gennari; “Fantasie 200” (1951), con Ida Veller; “Blue Revue” e “Poker Variety”(1949).

Brano di Luciana Dolliver

La cantante riesce pure a costituire una propria compagnia di rivista, nel 1945, i Virtuosi del Jazz. Anch’essa ha portato avanti uno spettacolo teatrale, chiamato “Festival 1945”. Luciana Dolliver inizia ad essere eclissata nella metà degli anni ’50. Emergevano infatti altri talenti musicali. Nel 1953 subisce un grave incidente tramviario, in cui perde la voce. Per questo le sono spettate 40 milioni di lire come risarcimento. Muore a Roma il primo settembre 1982.

Luciana Dolliver: musica e vocazione

La sua voce era impostata come nella lirica, sebbene il genere musicale non corrispondesse perfettamente. Dolliver, con le due doti canore, rappresenta una giovane donna romantica e sognatrice. Ella crede nei sogni e questo sentire si esprime col canto. Le melodie richiamano la semplicità delle piccole cose, come innamorarsi o fantasticare sulla vita. Una musica tanto leggera quanto soave, una boccata d’aria per periodi difficili come la guerra e i suoi postumi.

Tra i brani di Luciana Dolliver figurano Signora illusione, Passa la diligenza, O mese d’e rrose, Una notte a Madera. Una cantante che è riuscita a manifestare la sua vocazione all’esterno, trasmettendo emozioni varie.

Luciana Dolliver: talento catanese nel canto ultima modifica: 2021-11-09T20:31:21+01:00 da Angela Strano

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x