LO SAPEVI CHE

Catania nel ‘900: c’era una volta il tram

Tram A Catania

C’era una volta il tram a Catania. Erano i primi anni ‘900 e nel catanese si iniziava a sentire aria di cambiamento. La “Belle Epoque” era giunta fin qui e stava iniziando ad apportare modernità alla nostra amata Catania. Moltissime furono le costruzioni nate e diventate importanti in questi anni. Il Palazzo dell’Esposizione, così come l’elegante via Pacini con l’Arena Pacini, l’Arena Gangi e Largo Paisiello, furono alcune delle realizzazioni che davano prestigio alla città di Catania.

Una tra le eccellenze realizzate in questi anni, è stato sicuramente quella della rete tranviaria per gli abitanti di Catania, abituati a spostarsi tra le vie cittadine con carrozze e cavalli.

Passaggio del tram a Piazza Stesicoro. Fonte foto: StagniWeb

Passaggio del tram a Piazza Stesicoro. Fonte foto: StagniWeb

Il tram a Catania: dalla realizzazione alla fruibilità cittadina

Il progetto della realizzazione della prima rete tranviaria a Catania esisteva già nella fine dell’800. Tante furono, però, le peripezie che videro coinvolte le varie amministrazioni comunali ed enti di costruzione. Essi, infatti, non riuscivano a mettersi d’accordo sulle modalità di installazione della rete (inizialmente si era pensato di realizzarne una a vapore) facendo slittare così l’inizio dei lavori per il tram. Questi cominciarono il 12 dicembre 1900, ma solo nel 1902 venne stabilito il tracciato definitivo, con partenze da Piazza Duomo. La linea 1 per Picanello, la linea 2 per Cibali e la linea 3 per Guardia Ognina, iniziarono ad essere fruibili nel 1905.

Cambiati i diritti di concessione, fu deciso che in definitiva il tram a Catania doveva essere a scartamento metrico con trazione elettrica a corrente continua. Col passare degli anni, vedendo che il tram stava avendo un gran successo, il percorso e le relative linee si estesero fino all’Acquicella, passando cioè sia da via Garibaldi che dai viali Regina Margherita e XX Settembre. Qui troverete tutti i percorsi che il tram a Catania faceva lungo le vie cittadine.

Dal tram a Catania all’avvento del filobus

Il tram a Catania esistette fin oltre la fine della seconda guerra mondiale. Nel 1948, però, il Sindaco Perni disponeva di far funzionare nel più breve tempo possibile i filobus. La Società Catanese Trasporti veniva costituita in quegli anni, e aveva l’obbligo di dedicarsi alla trasformazione della rete tranviaria in filoviaria. Il funzionamento dei filobus ebbe inizio il 7 aprile del 1949. Il servizio tranviario operò fino al 1951, anno in cui venne definitivamente sospeso e sostituito dai filobus.

Tram a Catania. Fonte foto: Argo Catania

Tram a Catania. Fonte foto: Argo Catania

La tranvia Catania-Acireale

Negli stessi anni dell’avvento del tram a Catania, a cavallo della fine dell’800 e l’inizio del ‘900, venne presentata la prima domanda di concessione per la realizzazione della tranvia Catania-Acireale. Il 10 febbraio del 1915 la nuova opera venne inaugurata. Essa era costituita da un binario unico a scartamento metrico. Il tratto urbano utilizzava il binario della Rete tranviaria di Catania dalla piazza del Duomo fino ad Ognina. Dalla zona di Ognina sino ad Acireale la tranvia iniziava a incespicarsi tra la statale, costeggiando la zona di Capo Mulini, e vie limitrofe del luogo, fino ad arrivare nei pressi della Villa comunale di Acireale.

Valentina Friscia

Autore: Valentina Friscia

Chi sono io? Un’amante della vita, della lettura, degli animali e della propria città. La versatilità è una delle mie virtù, così come l’enorme pazienza nei confronti del genere umano. L’amore per i libri e per la scrittura mi ha permesso di accedere ad un mondo fino a poco tempo fa sconosciuto: l’arte del giornalismo con tutte le sue sfaccettature.

Catania nel ‘900: c’era una volta il tram ultima modifica: 2019-03-11T08:19:02+02:00 da Valentina Friscia

Commenti

To Top