itCatania

pubbliredazionale CIBO

Carruba Siciliana: la ricchezza di un frutto d’altri tempi

Carruba Siciliana
Articolo promozionale

Frutto dell’omonimo albero sempre-verde, la Carruba Siciliana cresce nella nostra isola da ben 500 anni. Se un tempo questo curiosissimo frutto veniva considerato come un importante fonte di sostentamento quotidiano, oggi viene venduto e utilizzato sempre più spesso come farina in prodotti light, dietetici o senza glutine. Un po’ come la farina “dolce” di castagne, anche la farina di Carrube Siciliane è il prodotto dell’essiccatura e della successiva macinatura.
La Carruba è un prodotto siciliano assolutamente da salvaguardare e valorizzare: oggi vi racconteremo i suoi molteplici benefici e usi.

Carrubo Siciliano: importazione di origine fenicia

Il Carrubo venne importato in Sicilia dai Fenici. I suoi semi, molto scuri e duri, venivano utilizzati per pesare l’oro. Oggi i semi della Carruba Siciliana non hanno più questo uso, ma svolgono un importante ruolo all’interno del ramo della pasticceria. Infatti, se macinati, si forma una sorta di gomma usata come addensante per torte e gelificante naturale per prodotti alimentari. Inoltre, questa particolare gomma è utilizzata nelle industrie cartarie e tessili come apretto.

Carruba Siciliana 2
La Carruba Siciliana: un prodotto locale da valorizzare e usare maggiormente in casa.

Come coltivare la pianta per produrre Carruba Siciliana?

La pianta del Carrubo, alta circa 10 metri, non ha bisogno di particolari cure grazie specialmente alla loro resistenza. Tante sono le specie di questa particolare pianta tutta siciliana: la Morescana, la Racemosa, la Saccarata, la Latinissima e la Falcata. La piantumazione del Carrubo può essere effettuata a ottobre oppure in primavera. Hanno bisogno di molto sole e di poca acqua. Il clima siciliano favorisce la sua maturazione a fine estate. I fiori impiegheranno circa un anno per trasformarsi in frutto. La raccolta deve avvenire quando la Carruba Siciliana appare morbida al tatto.

Carruba Siciliana: proprietà benefiche di un frutto d’altri tempi

La Carruba Siciliana possiede tantissime proprietà benefiche. La sua buccia è ricca di vitamina E, mentre la restante parte del frutto è perfetta per chi soffre di problemi gastrointestinali, tra cui continua diarrea, perché contiene proprietà astringenti. Esse non contengono glutine, quindi sono perfette per chi è celiaco. Inoltre non contengono sostanze psicoattive e quindi possono essere mangiate in sostituzione del cioccolato per coloro che soffrono di problemi di allergia o intolleranze. A partire dagli anni ’80, infatti, dalla Carruba Siciliana è stato estratto il “carcao”, un surrogato del cacao a basso contenuto di grassi, il cui sapore ricorda quello del cioccolato. Oggi viene usato anche in estetica come ingrediente di creme per il viso e maschere di bellezza: ha un’azione idratante molto forte ed è indicato per pelli secche e delicate.

La farina di Carruba prodotta in Sicilia

La farina di Carrube è un prodotto assolutamente siciliano. Fin dall’antichità, infatti, essa veniva utilizzata dalla tradizione popolare come anti-diarroico o contro il catarro e in cucina era utile per realizzare paste e pane. Questa particolare farina è ottenuta dopo previa essicazione al sole e tritatura. Oggi la farina di Carrube la troviamo all’interno di alimenti light o dimagranti ed è indicata per chi è celiaco. Può, inoltre, essere utilizzata in sostituzione del cacao per fare delle gustosissime e dolci leccornie.

Carruba Siciliana 1
Albero del Carrubo.

Ricetta Caramelle alla Carruba Siciliana

La caramelle alla Carruba Siciliana sono considerate un prodotto d’eccellenza nella nostra terra e possiamo trovarle in farmacia, in erboristeria o nelle drogherie. Questi cubetti dall’aspetto “vetroso” hanno un gusto inconfondibile: ecco come realizzarle!

Prima di tutto dovete macinare le Carrube per realizzare la farina. Fatela poi cuocere a fiamma bassa insieme a mezzo litro di acqua. Quando la miscela si trasformerà in uno sciroppo denso, filtratelo con un colino. Dopo di che bisognerà pesare lo sciroppo di Carrube: unite lo zucchero o il miele in ugual peso. Fate cuocere a fiamma bassa mescolando continuamente. Quando il composto diventerà caramelloso, versatelo su di un piano di marmo unto d’olio e spianatelo fino a ottenere uno spessore di 7-10 mm. Formate delle caramelle a cubetti: fatele riposare e raffreddare ulteriormente prima di servire.

Carruba Siciliana: la ricchezza di un frutto d’altri tempi ultima modifica: 2021-02-23T09:22:41+01:00 da Valentina Friscia

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x