I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

SANT'AGATA

Sant’Agata: il programma delle celebrazioni agatine 2020

Sant'Agata - Fercolo reliquie patrona

La festa più attesa dai devoti catanesi e tra le più popolari al mondo sta per giungere al suo appuntamento annuale. È stato presentato il programma delle celebrazioni agatine 2020. Il comitato per la festa di Sant’Agata entra nel momento maggiormente operativo dell’anno e i catanesi attendono con trepidanza il ritorno tra le vie della città della propria patrona.

La festa di Sant’Agata 2020: gesti simbolici-solidali, tecnologia e unità comunitaria

La festa di Sant’Agata è ormai rinomata a livello internazionale. Per questo ogni anno, senza mai perdere la matrice religiosa (aspetto più importante delle celebrazioni agatine), l’evento richiama a sé molti turisti, qualche curioso e una folla di fedeli e devoti.

Le celebrazioni agatine hanno subito dei mutamenti, adattandosi ai tempi moderni, aggiungendo nuovi aspetti tecno-social e confrontandosi con l’attuale realtà sociale. L’importanza per Catania della sua patrona risiede anche nei piccoli gesti. Prima di presentare il programma delle celebrazioni di Sant’Agata 2020 il Sindaco di Catania Salvo Pogliese s’è recato all’altarino in via Dusmet per un omaggio floreale. Il Comune di Catania è andato oltre il gesto simbolico, implementando un sistema di videosorveglianza di ultima generazione in seguito agli atti vandalici subiti dal piccolo monumento religioso. Il primo cittadino ha promesso: «Non permetteremo più oltraggi a questo luogo sacro dedicato alla nostra santa patrona, luogo di culto e devozione per tanti cittadini».

Presentazione del programma delle celebrazioni di Sant’Agata 2020

Alla presentazione del programma delle celebrazioni agatine erano presenti tanti devoti, alcuni componenti del comitato per i festeggiamenti (tra cui il presidente Riccardo Tomasello), il parroco della cattedrale monsignor Barbaro Scionti ed esponenti dell’Amministrazione.

L’obiettivo è creare una festa condivisa, partecipata che possa unire tutti i partecipanti in una grande comunità nel segno di Sant’Agata. Il Sindaco di Catania Salvo Pogliese commenta: «Ringrazio il presidente Tomasello e tutto il comitato della festa per il lavoro messo a punto in questi mesi. Sono grato anche a chi fino a poco tempo fa ha svolto questa funzione. Sant’Agata ci ha accompagnato in quest’ultimo anno anche in momenti molto delicati per la nostra comunità, all’interno della quale si sono create collaborazioni e sinergie utili alla realizzazione di una festa quanto più condivisa e partecipata possibile, anche in tutte le iniziative collaterali dedicate a sant’Agata».

Sant'agata - Programma Sant'agata 2020
Programma Sant’agata 2020 – Credit: Comune di Catania

Con Agata battezzati e inviati

L’arcivescovo metropolita Salvatore Gristina illustra le linee guida scelte per il 2020: «Abbiamo scelto come filo conduttore “Con Agata battezzati e inviati”, che riecheggia il tema che come comunità diocesana portiamo avanti: Agata come battezzata si è scoperta utile al mondo e alla Chiesa e come inviata ha vissuto questa sua particolare condizione, alla quale dobbiamo ispirarci affinché anche noi possiamo essere una benedizione per il nostro territorio».

Il presidente Riccardo Tomasello racconta il lavoro svolto: «Abbiamo iniziato un percorso per intensificare i rapporti con tutti i protagonisti della festa, cioè dai rappresentanti delle associazioni delle candelore a quelli delle associazioni agatine, al maestro del fercolo e i suoi collaboratori, dai macchinisti agli elettricisti, ai portantini. E’ stato bellissimo leggere negli occhi di ciascuno entusiasmo, fede e devozione per una festa che sia davvero unione. Vogliamo anche guardare al futuro con una piattaforma social che realizzeremo con la collaborazione gratuita di alcuni programmatori».

Il lato profano della festa: avvio dei preparativi per la fiera di Sant’Agata

L’Amministrazione ha avviato il procedimento organizzativo per la fiera di Sant’Agata 2020 che, come ogni anno, accompagnerà le celebrazioni religiose. La scelta della location per quest’anno è ricaduta nuovamente sulla Villa Bellini in seguito all’apprezzamento dei numerosi visitatori dello scorso anno. Il piazzale delle Carrozze e una parte del viale del giardino Bellini ospiterà gli stand fieristici.

Sant'Agata - foto processione antica
Festa di Sant’Agata nel passato

Il Comune di Catania continua ad avere un deficit economico, motivo per cui è stata indetta una gara pubblica per concedere a una società esterna organizzazione, realizzazione e gestione della fiera di Sant’Agata 2020, oltre dover realizzare l’illuminazione nelle aree coinvolte e negli ingressi. Gli stand fieristici saranno 80, identici in colori e dimensioni, suddivisi per settore merceologico. Quest’anno l’Amministrazione ha imposto che i gazebo dovranno privilegiare i prodotti tipici delle celebrazioni agatine o esibire chiari riferimenti alla festa di Sant’Agata.

L’area food della fiera di Sant’Agata 2020

L’area food della fiera di Sant’Agata 2020 sarà situata nel piazzale delle Carrozze, contenendo i rifiuti, punto fondamentale assieme alla vigilanza per mantenere pulito l’intero parco e dunque tutelare il verde pubblico. La fiera sarà aperta dall’1 al 6 febbraio mentre il programma delle celebrazioni agatine è disponibile sul sito del Comune di Catania. In conclusione, la festa quest’anno vuol essere punto d’incontro e unione comunitaria, al passo coi tempi e offrendo tanti momenti di festa tra sacro e profano.

Sant’Agata: il programma delle celebrazioni agatine 2020 ultima modifica: 2020-01-15T11:45:35+01:00 da Marco D'Urso
To Top