I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

ARTIGIANATO STORIE

La Giocattolaia Catanese, arte e tradizione rivivono nel presente

La Giocattolaia Catanese giocattoli

Nella bellissima città di Catania, cuore pulsante delle attività commerciali siciliane, gli antichi mestieri sembrano spesso essersi perduti. Complici i nuovi lavori d’oggi e i giovani che lasciano la città in cerca di fortuna, gli artigiani catanesi hanno difficoltà a tramandare la loro arte. Eppure, all’interno della città, esiste una ragazza che è riuscita a recuperare un antico mestiere, provando a trasmetterlo ai più piccoli di oggi. In città è nominata La Giocattolaia Catanese ed oggi raccontiamo la sua storia.

La Giocattolaia Catanese, Claudia Barone tra i giochi di Catania

La passione per i giocattoli le è stata trasmessa da suo padre, che durante la sua infanzia li costruiva con le proprie mani. Lei, tra quei trucioli di legno e quegli attrezzi da lavoro, è cresciuta imparando inconsapevolmente un mestiere che da grande le avrebbe cambiato la vita. Si tratta di Claudia Barone, in arte La Giocattolaia, come hanno deciso di chiamarla i cittadini catanesi. All’inizio della sua vita Claudia aveva altri progetti, un lavoro come assistente sociale e un posto ottenuto fuori dall’Italia. Ma le radici non ci lasciano mai ed il richiamo della propria Terra d’origine è sempre più forte di tutto. Così Claudia ha deciso di tornare a Catania e di investire in un mestiere su cui nessuno avrebbe più scommesso: costruire giocattoli artigianali e insegnare i segreti del mestiere. Catania è ricca di persone che hanno fatto del bene alla città, come Luigi Maina, recentemente scomparso.

Giocattolaia Catanese Claudia Barone
Claudia Barone. Foto di Giuseppe Ferrara

Claudia Barone, la Giocattolaia di Catania fa rivivere un’arte antica

Sono pezzi rari, unici, i giocattoli che Claudia Barone produce per la sua città. Ogni pezzo, ogni giocattolo, è costruito appositamente, con pazienza e dedizione. Ed è questo ciò che contraddistingue un mestiere artigiano da un mercato industriale che produce in massa: l’originalità. Così, come da un pezzo di legno nacque Pinocchio, dal legno della Giocattolaia Catanese nascono personaggi, futuri protagonisti di storie per bambini. Gli stessi bambini che La Giocattolaia Claudia Barone spera di fare innamorare di quell’arte, poi divenuta mestiere, che ha catturato il suo cuore quando era bambina. Ecco perché ha deciso di coinvolgerli, attraverso laboratori, mostrando loro cosa è possibile creare partendo solo da pezzi di legno grezzi e antichi attrezzi. Loro osservano e imparano, dimenticando per un paio d’ore tablet e videogiochi.

Giocattolaia Catanese Giochi
Angolo giochi – Giocattolaia Catanese. Foto di Giuseppe Ferrara

Catania, un giro tra gli antichi mestieri e l’artigianalità etnea

I bambini non sono gli unici che Claudia Barone cerca di coinvolgere nelle sue attività. Se è vero che i piccoli rappresentano il futuro, è dal passato che però bisogna partire. Per questo, durante i suoi laboratori, La Giocattolaia invita i genitori a restare. Loro, seppur presi dagli impegni e dai ritmi frenetici che la vita di oggi impone, qualche volta cedono. Ed è lì che la loro infanzia, apparentemente dimenticata e dalle abitudini così distanti, riaffiora più presente che mai. Quei giocattoli che La Giocattolaia Claudia Barone costruisce e realizza riportano gli adulti ai ricordi della loro nostalgica infanzia, vissuta proprio tra quei giochi.

La Giocattolaia Catanese, arte e tradizione rivivono nel presente ultima modifica: 2020-08-05T15:31:14+02:00 da Giulia Tolace
To Top