STORIE

Delia Zappalà: la stilista che crea con la polvere lavica

Delia Zappalà la formidabile stilista che crea abiti con la pietra lavica | Sicilia - Etna - Catania

La polvere lavica dell’Etna come materiale delle creazioni

Sono tante ormai le giovani e creative imprenditrici siciliane che decidono di utilizzare le risorse della propria terra per creare qualcosa di unico e originale, valorizzando i prodotti di cui la nostra isola dispone.

Oggi vi parliamo della fa­shion de­si­gner ventenne Delia Zappalà, originaria di Nicolosi, in provincia di Catania, giovane talento della moda in ascesa grazie alla sua inventiva e alla polvere la­vi­ca che usa per le sue creazioni.

La giovane ventenne Delia Zappalà

Dalla Sicilia al successo 

Delia Zappalà, dopo aver frequentato il Liceo Classico “C. Marchesi” di Ma­sca­lu­cia, decide di dedicarsi alla sua passione: la moda. Da Catania si sposta a Roma. Nel 2011 inizia a studiare all’ Istituto Europeo di Design, che conclude nel 2014. Le sue creazioni hanno cominciato ad essere conosciute e diffuse attraverso i social, Instagram su tutti, tanto da attirare l’attenzione di un’a­gen­zia ro­ma­na che in­ve­ste sul­l’im­pren­di­to­ria­li­tà gio­va­ni­le e si oc­cu­pa del­la pro­mo­zio­ne del Made in Ita­ly. Successivamente, alcune delle sue realizzazioni hanno calcato la passerella del ‘TA.G. 2014’, il concorso-show dedicato agli stilisti emergenti.

Grazie alla sua creatività e al suo talento, la giovane catanese ha spiccato il volo. Oggi si trova negli Usa, dove sta fre­quen­tan­do un ma­ster in Bu­si­ness Ad­mi­ni­stra­tion. Con questa specializzazione, la stilista spe­ra di ge­sti­re al me­glio la sua azien­da, che manterrà la sede base in Si­ci­lia.

Delia, è fermamente convinta che il cam­bia­men­to debba par­ti­re in loco proprio nella terra d’origine, per gettare le basi concrete di miglioramento necessario da realizzare.

Il progetto

Proprio dalla Sicilia nascono le sue opere interamente realizzate a mano, con inserti in pietra lavica e ricami che ricordano i motivi che ornano le ceramiche siciliane, proposti in una veste più moderna. Le sue sono realizzazioni spiccatamente siciliane!

La Sicilia, e soprattutto Catania sono presenti nel ricorso alla pietra lavica, lavorata e adattata alla lavorazione tessile e non solo. La pietra lavica ha una texture simile al velluto, la sua leggerezza e la sua delicatezza gli permettono di essere in armonia con qualsiasi tipo di tessuto e conferirgli quel quid che fa la differenza. Con la polvere lavica infatti è possibile creare degli stampi appositi per ogni eventualità. Nascono così perle, foglie, cubi dai svariati colori, dal vinaccio al turchese, l’una diversa dall’altra, in quanto ogni singolo pezzo viene creato in modo unicoe originale. Lo stupore è tanto quando si viene a sapere che si indossa della “lava”.

Abiti ricavati dalla pietra lavica

Le creazioni con la pietra lavica

La giovane designer ha dato vita ad una collezione di alta moda di abiti, che propongono i motivi del barocco siciliano e le tradizioni tessili della nostra terra; realizza anche gioielli e borse. La stilista, fa rivivere in maniera nuova il classico pizzo chiacchierino. Delia mescola elementi della cultura siciliana e russa: le spalle delle armature dei pupi siciliani, le rotondità delle matrioske, i manti delle donne siciliane.

Un connubio vincente quello tra tradizione e avanguardia realizzato nelle creazioni di Delia Zappalà.

Vai sul suo sito ufficiale: http://www.deliazappala.it.

Sabrina Port

Autore: Sabrina Port

Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna, con il sogno del giornalismo, scrive da alcuni anni su testate locali, cercando di valorizzare quanto di più bello c’è nella nostra Sicilia e a Catania.

Delia Zappalà: la stilista che crea con la polvere lavica ultima modifica: 2017-11-21T17:10:16+00:00 da Sabrina Port

Commenti

To Top