CONSIGLI UTILI

Piano triennale: 100 milioni per i nuovi progetti nella città di Catania

Piano triennale di Catania

Il piano triennale già adottato lo scorso 6 aprile dalla Giunta Pogliese, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Pippo Arcidiacono, ha subito alcune integrazioni. Le modifiche incideranno in maniera sostanziale sull’azione dei lavori pubblici da portare a esecuzione nei prossimi tre anni. Saranno investiti 100 milioni per i nuovi progetti che consentiranno di dare un nuovo volto alla città di Catania.

«L’imponente piano di interventi aggiuntivi di lavori pubblici che abbiamo messo in pista con la nostra amministrazione – ha commentato il sindaco Salvo Pogliese– si aggiunge a quelli già inseriti nel piano triennale che avevamo deliberato in Aprile. … Un cambio di marcia che ci permette di entrare finalmente nel pieno di un’attività di programmazione e concreta realizzazione, superando uno stallo che abbiamo subito nostro malgrado con il dissesto finanziario che abbiamo ereditato. Sono in gran parte progetti cantierabili che incrementano di un centinaio di milioni gli investimenti in opere pubbliche che contiamo di realizzare in tre anni e per questo ringrazio per il lavoro di coordinamento l’assessore Arcidiacono e il Direttore Bisignani.»

Piano triennale: integrazioni

Tra questi segnaliamo i parcheggi a raso; quasi mille posti auto suddivisi tra piazzale Sanzio, via Narciso e via Acicastello per cui è già stato decretato il finanziamento della Regione. Segue l’adeguamento dell’immobile confiscato alla mafia sito in via Pietro dell’Ova 131-141 da realizzare con i fondi Pon nazionali per la sicurezza pubblica. La terza integrazione del piano triennale riguarda l’abbattimento delle barriere architettoniche e la valorizzazione multimediale delle terrazze del Museo Diocesano. Il progetto è stato proposto dall’Arcidiocesi di Catania e a cui il Comune offrirà il necessario supporto per le varie fasi di attuazione.

Piano triennale per Catania

Nuovi progetti per un investimento di 100 milioni nella città di Catania

Per i centri di raccolta comunali dei rifiuti, ancora, sono stati presentati alcuni progetti al Dipartimento Regionale delle Acque e dei Rifiuti per la concessione di agevolazioni finanziarie. Lo studio preliminare condotto unitamente dalle Direzioni Urbanistica ed Ecologia ha individuato le aree nelle quali sarà possibile realizzare gli altri centri di raccolta. Le zone interessate sono: via Gustavo Vagliasindi (Sanzio); via Francesco Lo Jacono (Barriera); via Adone (San Giovanni Galermo) e, infine, viale Biagio Pecorino (Librino).

Riqualificazioni e altri progetti

Il piano triennale, inoltre, prevede di riqualificare la Masseria Bicocca sita a San Giorgio. Il finanziamento si attesta sui 3,4 mln da parte del Ministero dell’interno. Si tratta di riqualificare e di destinare all’integrazione e all’inclusione sociale dei migranti stranieri regolari. Le zone interessate oltre alla Masseria: piazze Santa Maria di Gesù, Turi Ferro (già Spirito Santo) e San Leone per gli interventi di riqualificazione e di cui si dispone già di piani definitivi. Massicci interventi di manutenzione sono in progetto per gli edifici all’interno del cimitero di Zia Lisa, da destinare a uffici e depositi e da finanziare con una parte di somme corrisposte da Terna s.p.a.; a titolo di compensazione degli impatti territoriali legati alla realizzazione dell’elettrodotto a 380 KV che attraversa Catania mediante la Paternò-Pantano D’Arco-Priolo.

Piano triennale per Catania

Nota su facebook sulla pagina ufficiale del sindaco Salvo Pogliese per il piano triennale

Altri interventi riguardano la manutenzione della viabilità della zona industriale (con finanziamenti richiesti all’Assessorato Regionale alle Attività Produttive). Ancora: uno studio di fattibilità per gli “Interventi di miglioramento della circolazione in corrispondenza delle principali rotatorie”. L’Amministrazione, infine, ha ricevuto alcune richieste da realtà imprenditoriali private per la realizzazione di project financing. Le valutazioni sono ancora in corso, ma la giunta ha già deliberato il cambio di destinazione d’uso dei terreni per realizzare una grande torre. La struttura, di circa venti piani, sarà ubicata nell’area di Corso Martiri della Libertà.

Cristina Gatto

Autore: Cristina Gatto

Mi chiamano Chinaski e come il Perozzi di Amici miei, ho quasi dimenticato che il mio nome è Cristina. Ho una passione viscerale per il cinema e per la musica, colleziono vinili e oltre i libri leggo parecchi fumetti. Amo i gatti (nomen omen). Cos’altro aggiungere? Non pedalo perché non ho voluto la bicicletta, sono irriverente, sempre pronta alla battuta, dotata di autoironia (l’altezza l’avevano terminata) e come Luciano Bianciardi spesso mi domando “chissà se riuscirò a trovare la strada di Itaca, un giorno?”

Piano triennale: 100 milioni per i nuovi progetti nella città di Catania ultima modifica: 2019-08-29T10:38:05+01:00 da Cristina Gatto

Commenti

To Top