Etna Lava Rock: il valore della pietra lavica

itCatania

ARTE ARTIGIANATO EVENTI

Etna Lava Rock: il valore della pietra lavica

Stand di Laura Calareso, con la sua produzione Etna Lava Rock, nel corso dell'esposizione Arts and Crafts ph Angela Strano

Etna Lava Rock: realtà artigianale caratteristica del territorio catanese

C’è chi riconosce l’importanza delle risorse del territorio e ne attribuisce una valenza artistico-artigianale. La pietra lavica che è ricreativa, quindi non una minaccia con le eruzioni. Etna Lava Rock è una produzione di manufatti lavici, portata avanti da Laura Calareso, un omaggio al territorio.

Il percorso artistico-creativo

Laura Calareso, sin da bambina, ha teso a creare oggetti in pietra lavica. Un’inclinazione emersa per via della famiglia: il padre, il fratello, il nonno hanno lavorato questa straordinaria risorsa. Laura continua il percorso familiare e frequenta il corso di ceramizzazione della pietra lavica con Barbaro Messina a Nicolosi. Qui la giovane donna affina ed espande le sue conoscenze tecniche, definendole.

Nel corso del tempo, lavorando costantemente la pietra lavica, Laura Calareso affina il suo stile artistico-artigianale, definendolo. Ha trovato una connotazione pure il suo gusto del bello. L’artigiana dispone di un laboratorio a Gravina, esistente da 15-20 anni. Dal 2021 la produzione si chiama Etna Lava Rock, prima Gatto Matto. L’idea di cambiare nome è affiorata durante il primo lockdown. Laura, inoltre, nel suo percorso da artigiana, ha conosciuto altri materiali che prima ha ignorato, ovvero graniglie e lustri preziosi metallici. Sono risorse adoperate nelle creazioni.

I manufatti della produzione Etna Lava Rock
Etna Lava Rock, produzione artigianale tipica catanese

La realizzazione dei manufatti di Etna Lava Rock

Si tratta del procedimento tipico per lavorare la pietra lavica, seguito pure da Angela La Rosa, ma chiaramente con la soggettività dell’autrice. Si ricava il materiale dal fondo della colata lavica, dopodiché avvengono la sagomatura e il taglio. Nello svolgere la fase di limatura, Laura si avvale di strumenti specifici presenti in laboratorio. Dopo aver fatto tagliare la pietra lavica al fratello, esegue la fase di ceramizzazione cospargendo uno strato di smalto di 3 mm, il quale necessita di un’asciugatura di almeno dodici ore. Dipinge a mano con libera decorazione. La cottura avviene in forno a 920-930°C per elettrificare lo smalto.

Il prodotto è quasi pronto. Per la realizzazione degli oggetti da parete vengono utilizzate cornici e tavole in legno, realizzate a mano con l’aiuto del marito di Laura, su cui sono collocate le opere. Questi costituisce pure l’impianto elettrico delle lampade. Per la bigiotteria il prodotto in pietra lavica viene fatto passare attraverso il lustro metallico, avente la funzione di gancio a base. Si dà luogo così a collane, bracciali, orecchini, anelli.

Etna Lava Rock, la produzione con colori caldi e accesi
La produzione, tutta in pietra lavica, richiama il rapporto viscerale con la Grande Madre

Messaggio della produzione

Etna Lava Rock presenta colori accesi e intensi. Dal nero della pietra lavica al rosso del magma, passando per il verde, il blu, il giallo. Tutti colori rievocanti Madre Natura; varie creazioni richiamano pure il femminile. Riferimenti a tutto ciò che dà la vita, anche l’Etna che rende il suo territorio fiorente. La pietra lavica come risorsa dal potenziale vasto e da cui si può creare bellezza, proprio come tende a fare Laura Calareso. Anche lei fa parte dell’associazione Delfare, con cui collabora e partecipa a varie mostre, come la recente esposizione Arts and Crafts.

Foto di Angela Strano

Etna Lava Rock: il valore della pietra lavica ultima modifica: 2022-06-06T10:21:38+02:00 da Angela Strano

Commenti

Subscribe
Notificami
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x