INTERVISTE

Co&So – creazioni moda, due innovative stiliste si raccontano

Co&So - Creazioni moda

Sembra quasi difficile crederlo ai giorni nostri, ma c’è ancora chi riesce a fare della propria passione, del proprio impulso creativo, una professione. Lo sanno bene Simona Sorbello ed Emilia Coco, promettenti stiliste della provincia di Catania e co-fondatrici del brand Co&So – creazioni moda, che da estro e bravura hanno tirato fuori uno stile unico ed esclusivo.

Le loro creazioni uniscono insieme tessuti diversi, applicazioni, e dettagli dipinti a mano, creando capi unici e dal taglio non convenzionale. ItCatania le ha intervistate per voi: buona lettura alla scoperta di altri due talenti!

Co&So – Creazioni moda si racconta: una creatività tutta da indossare

Emilia e Simona, giovanissime e già con un bel bagaglio di esperienze alle spalle. Partiamo dalle presentazioni. Cosa è Co&So e quando ha avuto origine il vostro progetto?

Co&So siamo noi. Il nome nasce dall’abbreviazione dei nostri cognomi, Coco-Sorbello, per cui Emilia è “Co” e Simona è “So”.
Non c’è un punto di partenza esatto del nostro progetto perché tutto nasce per caso. Ci siamo ritrovate un pomeriggio a voler muovere insieme i primi passi verso il mondo sartoriale, e da quel 2013 non abbiamo più smesso. Fin da subito ciò che creavamo veniva apprezzato dai nostri amici o parenti, loro stessi ci hanno spinte e stimolate a condividere i nostri capi su una pagina Facebook (Co&So – Creazioni moda). Nonostante la nostra incredulità, da li è stato un crescendo e tutto è andato avanti in automatico!

Co&So collezione estiva

Emilia e Simona presentano la linea estiva di Co&So

Il talento è spesso innato nell’artista, così come la creatività – e guardando le vostre creazioni possiamo benissimo toglierci ogni subbio al riguardo! La manualità invece, da inesperti del settore, crediamo vada esercitata. Che ne pensate al riguardo? Dove avete compiuto la vostra formazione?

In realtà non abbiamo compiuto nessuna formazione. Abbiamo studiato entrambe all’Accademia di Belle Arti di Catania ma in settori non inerenti all’ambito della moda. Siamo delle vere e proprie autodidatte. Ci hanno aiutato molto le nozioni e i consigli di mia madre – risponde Simona – che lavorando come sarta ne sapeva molto più di noi.
Devo riconoscere che inizialmente sono stati molti i tessuti rovinati e tantissime le risate per dei capi mal riusciti. A poco a poco, però, ci siamo fatte guidare dalla passione, è stata questa la nostra migliore maestra.

Ottima risposta! E allora viva la passione. Passione che fa rima con ispirazione. Da chi o cosa prendete spunto quando progettate un nuovo capo o una nuova linea? E per chi sono pensate le vostre creazioni?

Dipende, sono molte le cose dalle quali e alle quali le nostre creazioni si ispirano.
Molte volte è il tessuto stesso a ispirarci, il suo colore, la sua trama: ci basta guardarlo, toccarlo, e già ci è chiara la sua sorte. Principalmente però la nostra fonte di ispirazione siamo noi stesse, trasmettiamo attraverso i nostri abiti il nostro essere.
Siamo molto diverse, sia caratterialmente che come stile, ma nei nostri abiti riusciamo in maniera totalmente spontanea a concatenare e fondere ogni aspetto che ci differenzia. Forse proprio per questo le nostre creazioni sono pensate per tutte le donne, senza alcuna distinzione, dalle più piccine alle più grandi.
Infine, e inevitabilmente, ci ispiriamo alla nostra Terra, che quotidianamente ci offre delle meraviglie che è impossibile non celebrare.

Le creazioni Co&So all’Expo 2015

Sfogliando la vostra gallery su Facebook vediamo set fotografici, sfilate, eventi, ma tra questi uno colpisce più di tutti: l’Expo 2015. Com’è che Co&So – creazioni moda arriva a Milano ma, ancor di più, cosa vi ha lasciato questa esperienza?

In questi anni tutte le sfilate e tutti gli eventi ai quali abbiamo preso parte sono stati fantastici ed emozionanti, ma senza dubbio l’esperienza dell’Expo è stata, sotto ogni punto di vista, la più forte e bella in assoluto. In realtà non abbiamo ben chiaro come ci siamo arrivate, dobbiamo dire grazie a un nostro caro amico, Luca, quasi un manager, che ha sempre creduto fortemente in noi, presentando il nostro progetto ovvero una collezione dedicata alla nostra Etna e ai suoi Vini. Ogni abito riportava dei quadri di mia madre, Scalia Gaetana (che oltre a essere sarta è principalmente un’artista), realizzati con i lapilli del vulcano e dipinti con i migliori vini locali. Forse è stato proprio questo il nostro punto forte. Rappresentare parte della Sicilia all’Expo ci ha resa molto orgogliose.

A proposito di Sicilia… ci piacerebbe sfatare un mito, per cui vi chiediamo: è più difficile fare un lavoro creativo al sud Italia, lontane dai grandi centri della moda? Credete che la vostra posizione vi penalizzi?

Assolutamente si, qui purtroppo va tutto eccessivamente a rilento e non vi è molto l’ottica dell’abito realizzato a mano, non viene molto compreso il valore effettivo che può avere un capo unico nel suo genere. In aggiunta a ciò, c’è la paura di osare e essere un po’ più stravaganti. Fondamentalmente, però, a noi non è mai importato granché: o al sud o al nord, l’importante è non tenere a freno la creatività!

Emilia e Simona, grazie per aver condiviso con noi la vostra esperienza. Siamo impazienti allora di vedere le prossime collezioni e, intanto,  auguriamo a Co&So una lunga e gratificante carriera! Possiamo avere qualche anticipazione sui vostri progetti per il futuro?

Più che progetti abbiamo sogni, ma per adesso non vogliamo svelarli!

Natasha Puglisi

Autore: Natasha Puglisi

Dopo aver letto d’ogni, scritto altrettanto, gestito una libreria e compreso la mia vera vocazione, passo al Dark Side dell’editoria: la redazione.
Cosa sapere sul mio conto? Amo la mia città sotto l’Etna, la musica indie, ovviamente la buona letteratura, i viaggi disorganizzati, i biscotti e i pancake (questi ultimi in particolare, li faccio meglio di come faccio i libri). La Sicilia è il mio stato d’animo: non potrei vivere in nessun altro luogo che non le somigli almeno un po’.

Co&So – creazioni moda, due innovative stiliste si raccontano ultima modifica: 2018-03-28T11:45:12+00:00 da Natasha Puglisi

Commenti

To Top