INTERVISTE

Il folklore siciliano raccontato attraverso le “Creature fantastiche di Sicilia”

Creature fantastiche di Sicilia. Fonte: Fantasy Magazine

ItCatania.it vi porta alla scoperta dei libri più curiosi e più interessanti scritti da autori siciliani. Oggi vi racconteremo una storia fantastica che vede il folklore popolare siciliano come protagonista. Rosario Battiato (giornalista catanese) e Chiara Nott (illustratrice) con il loro libro “Creature fantastiche di Sicilia” vi faranno esplorare un mondo sconosciuto fatto di esseri curiosi, rigorosamente notturni, ripescati dall’antica memoria popolare siciliana attraverso i racconti e le citazioni di autori siciliani scritti tra l’800 e il 900. Il libro è composto da  brevi storie illustrate, proprio come se fossero delle schede di presentazione, che raccontano la vita di queste creature fantastiche accostate dalle illustrazioni della bravissima Chiara Nott. Tante sono le vicende che scopriremo leggendo il libro: anime condannate, impiccati, donne mostruose come la Bellina, folletti, diavoli, fate, sirene e tante altre! In esclusiva per itCatania l’intervista agli autori.

Creature fantastiche di Sicilia: il nuovo libro di Rosario Battiato e Chiara Nott.

Creature fantastiche di Sicilia: il nuovo libro di Rosario Battiato e Chiara Nott.

Intervista agli autori del libro “Le creature fantastiche di Sicilia”

Attraverso la mappa della Sicilia all’interno del volume è possibile conoscere gli spostamenti e le origini di queste creature fantastiche. I luoghi da voi raccontati sono gli stessi a cui si sono ispirati Giuseppe Pitré o Gesualdo Bufalino, autori siciliani dell’800/900?

Le storie delle Creature sono state profondamente riviste. In alcuni casi ci siamo limitati semplicemente a riportarne il nome che si dava nella tradizione orale recuperata dal Pitrè e da altri autori popolari come Santo Calì. In altri termini abbiamo operato una riesumazione e una articolata trasformazione degli esseri del folklore siciliano, che abbiamo innestato nella contemporaneità. Abbiamo attingo al grande patrimonio della letteratura fantastica contemporanea, che ha forgiato il nostro immaginario. Per quanto riguarda i luoghi geografici, precisiamo che si tratta di riferimenti effettivamente riportati nei vari racconti popolari. Quindi abbiamo in qualche modo ricostruito un “verosimile” elenco degli avvistamenti, poi riportato in una bellissima mappa illustrata che si trova in allegato al libro.

Le illustrazioni seguono tutte un preciso tema?

Le illustrazioni seguono la struttura delle storia, rispecchiano la profonda empatia che si è creata tra gli autori nel corso del progetto. Si rispetta una continuità nei primi piani sghembi e nella resa della complessità della natura delle singole creature. La tecnica rappresenta contesto e periodo storico alla perfezione: il bianco e nero con scala di grigio data dalla penna.

Come nasce una creatura di Sicilia?

Il progetto nasce da una passione comune per l’Isola e il suo straordinario folklore. Lo spunto per cominciare a scriverne, tuttavia, è derivato da una suggestione di Gesualdo Bufalino, che, nel saggio “L’orma del diavolo”, si chiede quanto ancora resista ai giorni nostri del nucleo fondativo delle tradizioni popolari siciliane. Questo libro costituisce la nostra personale interpretazione di questa suggestione. Le “Creature fantastiche di Sicilia” recuperano dagli abissi della memoria popolare le creature, rigorosamente notturne, più strane e tipiche dell’Isola utilizzando spunti e citazioni di alcuni testi otto-novecenteschi di autori siciliani, come Giuseppe Pitrè, e le attualizza pescando nell’immaginario contemporaneo del fantastico americano e giapponese.

Creature fantastiche di Sicilia: copertina del libro.

Creature fantastiche di Sicilia: copertina del libro.

Le creature rappresentate e raccontate da voi che caratteristiche possiedono?

Rappresentano una varia umanità. Un tempo erano tutti uomini, o quasi, e pertanto ci sono esseri dispettosi, altri dolorosamente segnati dalla vita passata, altri ancora che tengono in mano le redini di questo mondo fantastico che è la Sicilia sotterranea delle tradizioni popolari. Si tratta cioè di esseri ambigui che, così come ben rappresentato dalla copertina, miscelano una presenza spaventosa con un cuore malinconico e nobile.

Qual è la creatura notturna che più vi sta a cuore?

Come per tutti i genitori, non possiamo fare preferenze. Vi invitiamo a leggere il libro per conoscerle tutte e a seguirci nella nostra pagina Facebook

Perché riportare alla luce antiche memorie folkloristiche della nostra terra? Che spunto potrebbero dare alla civiltà odierna?

Il folklore è parte della nostra storia. Ci permette di stare in una storia ancora più grande, perderlo significherebbe rinunciare al nostro posto nel mondo. Il nostro tentativo di recuperare, riscrivere e illustrare queste storie, aggiornandole nel linguaggio e nei riferimenti, si propone di proteggere un patrimonio popolare che non può restare confinato agli studi accademici, ma che deve essere nuovamente offerto ai lettori.

Credits foto copertina: Fantasy Magazine.

Valentina Friscia

Autore: Valentina Friscia

Chi sono io? Un’amante della vita, della lettura, degli animali e della propria città. La versatilità è una delle mie virtù, così come l’enorme pazienza nei confronti del genere umano. L’amore per i libri e per la scrittura mi ha permesso di accedere ad un mondo fino a poco tempo fa sconosciuto: l’arte del giornalismo con tutte le sue sfaccettature.

Il folklore siciliano raccontato attraverso le “Creature fantastiche di Sicilia” ultima modifica: 2018-03-22T10:50:16+00:00 da Valentina Friscia

Commenti

To Top