I CATANESI RACCONTANO CATANIA

itCatania

ASSOCIAZIONI

Free Green Sicilia: appello per la salvaguardia dei palmipedi di Ognina

golfo di Ognina

L’associazione ambientalista Free Green Sicilia chiede al Sindaco di Catania di potersi adoperare –nell’ambito delle proprie competenze e responsabilità istituzionali – per salvaguardare il benessere e l’habitat dei palmipedi che vivono all’interno del porticciolo di Ognina.

Sono ormai virali le foto e i video girati sui social nei giorni di lockdown, in cui degli adorabili anatroccoli e delle panciute oche gironzolano indisturbate intorno a piazza Mancini Battaglia. Questi vivaci palmipedi sono ormai di casa nel golfo di Ognina da molti anni.

Anatre ed oche a piede libero

Con l’emergenza sanitaria da Covid-19, ahimé, la gestione dei palmipedi da parte di cittadini volontari e di negozianti del luogo – ben accorti nel dare cibo alle bestiole – è venuta meno. Dunque sorge l’urgenza di creare un recinto protettivo per evitare di mettere a rischio la loro incolumità e quella degli automobilisti. Con lo start della fase 2 sono difatti più numerosi, e transitano sia di giorno che di sera. Con l’intento di procacciarsi del cibo, i palmipedi in queste settimane hanno spesso abbandonato la loro solita postazione e vagato per tutto il quartiere. La strada che confina il golfo di Ognina, diviene dunque un pericolo. Sia per le anatre che per i cittadini.

Le oche del golfo di Ognina attraversano le strade del quartiere. Free Green Sicilia vuole salvarle.
Oche in libertà nel quartiere di Ognina

Free Green Sicilia: «un’Oasi faunistica per proteggerle»

Alfio Lisi, portavoce dell’associazione Free Green Sicilia, chiede dunque maggior riguardo nei confronti di questa situazione. Sia per la sicurezza ed alimentazione delle bestiole, sia per quella dei cittadini. Nello stesso tempo ripropone l’idea di un’Oasi organizzata in tale lembo di spiaggia.

Questo luogo non balneabile, con la sua dotazione spontanea di flora mediterranea, può trasformarsi in una oasi faunistica. Ciò con una ordinanza specifica. Oasi di protezione per i palmipedi che ci vivono e di nidificazione. Ogni anno di fatti si riscontra in quel frangente di costa lavica una o più covate delle bestiole. Peraltro potrebbe divenire un luogo osservabile e godibile per i passanti. Un luogo unico da un punto di vista paesaggistico e naturalistico, visto dall’alto del marciapiede della piazza. 

Free Green Sicilia: appello per la salvaguardia dei palmipedi di Ognina ultima modifica: 2020-05-06T14:37:33+02:00 da Martina Tolaro
To Top