itCatania - Catania e Adelaide: separate dagli oceani, con la stessa Anima

itCatania

LO SAPEVI CHE

Catania e Adelaide: separate dagli oceani, con la stessa Anima

Catania e Adelaide, una storia incredibile

Catania e Adelaide, unite da un’insolita storia d’amore. La storia che vi racconteremo oggi inizia nel lontano 1836, ma forse inizia molto tempo prima. Tutto parte da un uomo: William Light. E dal suo amore per una piccola cittadina del mediterraneo, su una delle coste dell’isola a tre punte. Una città che gli restò così tanto impressa nella testa che divenne, addirittura, un modello per costruirne un’altra. Dall’altra parte del mondo. La prima città è Catania, la seconda è Adelaide, in Australia.

La stragrande maggioranza degli abitanti di Catania e di Adelaide, ne siamo sicuri, non hanno idea di essere legati da una storia così. Ecco perché a noi di #itCatania piace raccontare storie come questa. Perché pensiamo che in fondo siamo tutti legati in questo mondo. Anche abitanti di città diverse, dove si parlano lingue diverse, separate da più di un oceano, alla fine hanno qualcosa in comune.

Catania e Adelaide: una mappa delle città più importanti dell'Australia
Catania e Adelaide: W. Light e la storia della nascita della città in Australia (by gostudy.com)

La Storia di Light e del suo amore per Catania

Il piccolo William Light, inglese nato in Malaysia, entra nella flotta britannica quando aveva appena tredici anni. Giovanissimo inizia, quindi, a viaggiare per tutto il mondo. La sua attività si concentra soprattutto nel Mediterraneo, e ben presto diventa anche colonnello, grazie al suo valore militare. Qui nel mediterraneo conosce quelle che erano le città maggiori per il commercio dell’epoca, stiamo parlando dei primi dell’800. Ed è in questo frangente che scopre anche una città incredibile: Catania.

Catania era nel pieno del commercio, ma non era questo che affascinò il colonnello Light. Bensì, la sua natura geografica: incastrata tra un vulcano, l’Etna, e il mare. Così perfettamente organizzate, in maniera tale che le due cose non stonassero, anzi creavano una commistione perfetta. C’era un altro aspetto che fece innamorare Light di Catania. La sua storia di città distrutta dal terremoto del 1693 che aveva ricostruito dalle ceneri le sue origini. Quest’aspetto lo convinse che Catania era una città, a dir poco, magica. Light, inoltre, rimase meravigliato dalle strade dritte, larghe e lunghissime. Incorniciate da palazzi in stile barocco. Una città che già all’epoca era illuminata splendidamente durante la notte. Una piccola perla nel Mediterraneo, insomma.

La nascita di Adelaide, a immagine e somiglianza di Catania

Il tempo passò ed il colonnello William Light ottenne l’incarico di ispettore generale della nuova colonia australiana. E, quasi subito, gli venne chiesto di costruire una città tra i monti Lofty (molto simili a delle montagne) e il mare. A quel punto il nostro colonnello, rivedendo le stesse condizione geologiche lì in Australia non ebbe dubbi. Costruì, quindi, la cittadina di Adelaide (nome che venne dato in onore della moglie del re Guglielmo IV, la regina Adelaide appunto) nel 1836 con lo stesso modello urbanistico della nostra Catania. Un modello strategico che non avrebbe creato problemi, qualora la città si fosse allargata con gli anni. Come, infatti, fu con il corso dei secoli.

Catania e Adelaide: due città stessa anima
Catania e Adelaide: a destra la cartina di Catania e a sinistra un’immagine di Adelaide dall’alto

Catania e Adelaide, due città un’unica anima

La nostra città, dunque, regalò la sua immagine urbanistica alla giovane Adelaide. Di fatto la sua posizione ideale e proprio il suo modello urbanistico ne favorirono lo sviluppo. Tanto che oggi essa viene considerata la capitale del sud Australia. Inoltre, Light volle fortemente che Adelaide non possedesse le caratteristiche tipiche delle città australiane, vale a dire lo stile “penitenziario”. Per Adelaide Light aveva avuto una visione nobile, dove non ci dovevano essere persecuzioni di nessun tipo, né reietti cacciati dall’impero britannico. Solo brava gente dal nobile cuore, così come il nome Adelaide vuol dire in germanico “di nobile nascita”.

Catania rimane nel cuore della gente per tanti motivi, più o meno poetici. Entra nel cuore e nella mente delle persone e succede, alle volte, che spinge qualcuno di loro a renderle omaggio. Catania è la madre spirituale di Adelaide, con il suo Vulcano, il suo mare azzurro, il suo barocco e la sua forza incredibile nel ricominciare. E così che oggi possiamo dire che noi siamo, in qualche modo, parenti di una città nel sud dell’Australia. Grazie ad un uomo che non era nato qui, ma che in questo posto aveva lasciato il cuore.

Catania e Adelaide: separate dagli oceani, con la stessa Anima ultima modifica: 2021-01-29T15:23:56+01:00 da Manuela de Quarto

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x