SPORT

Quella partita che fece storia: Clamoroso al Cibali!

Squadra Catania Clamoroso al Cibali. Fonte Storie Di Calcio Altervista

Squadra Catania Clamoroso al Cibali. Fonte Storie Di Calcio Altervista

Il “Clamoroso al Cibali!” che ha fatto sognare la squadra del Catania e i suoi fedelissimi tifosi durante il campionato di calcio di Serie A nel ’61. Non solo un’espressione entusiasta di Sandro Ciotti, la famosa esclamazione è entrata a far parte nel gergo del calcio italiano. Ripercorriamo quei fantastici momenti che il Catania ci ha fatto vivere.

La squadra del Catania nell'epoca del Clamoroso al Cibali. Credits foto: Giuseppe Costanzo

La squadra del Catania nell’epoca del Clamoroso al Cibali. Credits foto: Giuseppe Costanzo

Una partita che segnerà la storia del Catania: Clamoroso al Cibali!

Era il 4 giugno 1961. L’Inter, seconda in classifica, dista dalla Juventus di soli due punti e le mancano di disputare le ultime due partite: contro il Catania allo stadio Cibali (oggi denominato Stadio Angelo Mssimino) e contro la Juventus. Quest’ultima in realtà si era già giocata il 16 aprile, ma era stata sospesa a causa di un’invasione di campo da parte dei tifosi juventini. Inizialmente la partita era stata data vinta a tavolino all’Inter, ma successivamente la Caf ha ribaltato la decisione decidendo di far rigiocare la partita alla fine del campionato.

Per gli interisti scontrarsi col Catania non era altro che una passeggiata: gli avrebbero regalato quei 3 punti necessari per superare la Juve e vincere lo scudetto. Dopotutto all’andata erano riusciti nell’impresa di vincere 5-0 (con ben 4 autoreti dei siciliani), tanto che Helenio Herrera, allenatore dell’Inter, aveva dichiarato a fine partita: “Abbiamo battuto una squadra di postelegrafonici“. Espressione che i dirigenti del Calcio Catania e i tifosi non hanno gradito, stringendosi al dito l’offesa ricevuta. Nella sfida del ritorno tutti i pronostici davano per scontata la vittoria dell’Inter: pronostici che non avevano messo in conto il lato vendicativo dei siciliani.

I gol di Castellazzi e Calvanese che ci hanno fatto sognare

Il Catania giocherà una partita splendida. Gli interisti non riescono a togliergli la palla, e al minuto 25 il modenese Mario Castellazzi segnerà il primo gol. I nerazzurri provarono a reagire, ma gli attacchi degli etnei continuarono imperterriti, cosa che obbligò gli ospiti a chiudersi in difesa. Dopo i due pali nel secondo tempo di Prenna e Castellazzi, sarà l’argentino Calvanese a segnare il secondo e ultimo gol della partita. Anche le due espulsioni (Balleri e Giavara, una per parte) non faranno cambiare il risultato: il Catania batterà l’Inter 2-0, risultato che consegnerà lo scudetto alla Juventus.

Clamoroso al Cibali!” griderà un giovane Sandro Ciotti in telecronaca al programma “Tutto il calcio minuto per minuto”. Una frase che resterà per sempre nella storia del calcio italiano.

La squadra del Catania nell'epoca del Clamoroso al Cibali. Credits foto: Giuseppe Costanzo

La squadra del Catania nell’epoca del Clamoroso al Cibali. Credits foto: Giuseppe Costanzo

Le squadre protagoniste della partita Catania – Inter: chi erano i giocatori?

Per il Catania giocavano Giuseppe Gaspari, Giorgio Michelotti, Franco Giavara , Amilcare Ferretti, Elio Grani, Mario Corti, Ferruccio Caceffo, Alvaro Biagini, Salvador Calvanese (autore del gol al 70esimo minuto), Adelmo Prenna (il capitano della squadra rossazzurra), Mario Castellazzi (autore del gol al 25esimo minuto). L’allenatore della squadra era Carmelo Di Bella.

Per l’Inter giocavano Mario Da Pozzo, Armando Picchi, Giacinto Facchetti (capitano della squadra nerazzurra), Bruno Bolchi, Aristide Guarneri, Costanzo Balleri, Mauro Bicicli, Bengt Lindskog, Eddie Firmani, Mario Corso, Egidio Morbello. L’allenatore della squadra era Helenio Herrera.

Credits foto copertina: Storie di Calcio – Altervista.

Valentina Friscia

Autore: Valentina Friscia

Chi sono io? Un’amante della vita, della lettura, degli animali e della propria città. La versatilità è una delle mie virtù, così come l’enorme pazienza nei confronti del genere umano. L’amore per i libri e per la scrittura mi ha permesso di accedere ad un mondo fino a poco tempo fa sconosciuto: l’arte del giornalismo con tutte le sue sfaccettature.

Quella partita che fece storia: Clamoroso al Cibali! ultima modifica: 2018-04-23T10:27:20+00:00 da Valentina Friscia

Commenti

To Top