INTERVISTE

Latin & Swing al Cortile Platamone: conosciamo gli HJO Jazz Orchestra

HJO Jazz Orchestra al Palazzo Platamone

Le suadenti note della HJO Jazz Orchestra mandano in visibilio intere platee con le loro sonorità musicali diverse ma accattivanti, come quelle della musica swing e latina. Ultimamente si sono esibiti presso il Cortile Platamone di Catania in un concerto con un tocco internazionale, concedendo agli oltre 500 presenti una performance dal gusto degli anni trenta e quaranta. Gli immortali brani delle orchestre latino americane, come Perez Prado, Tito Puente, Antonio Carlos Jobim, Duke Ellington e Glenn Miller, sono stae riprodotte per far rivivere ai presenti i ricordi di un’epoca che è diventata patrimonio mondiale del jazz.

HJO Jazz Orchestra con la loro particolare sonorità

HJO Jazz Orchestra con la loro particolare sonorità

Evento Latin & Swing al Cortile Platamone

La band siciliana, formata da sedici musicisti, è guidata dal maestro Sebastiano Benvenuto Ramaci e dal direttore artistico Liliana Nigro ed è co-prodotta dalla Camerata Polifonica Siciliana e da diversi media partner. La serata Latin & Swing al Cortile Platamone è andata oltre le aspettative infiammando il pubblico presente, il quale ha elargito generosi applausi ed ha chiesto numerosi bis. Tantissimi i brani che sono stati reinterpretati dalla band. Splanky, Chattanooga Choo Choo, Sing Sing, April in Paris, La ragazza di Panema e Tequila sono solo alcuni dei pezzi che l’HJO Jazz Orchestra hanno suonato.

Progetti futuri e nuove tappe a Catania

L’italo argentino Giuliano Osvando, assessore d’Educazione e Cultura a Santa Fé in Argentina, presente all’evento a Catania, ha annunciato che l’HJO Jazz Orchestra sarà ospite nella patria del tango per un gemellaggio tra Sicilia e Argentina in nome dell’arte e della buona musica. Invece, per rivedere la band siciliana a Catania bisognerà attendere fino a ottobre 2017.

HJO Jazz Orchestra

HJO Jazz Orchestra

Intervista esclusiva agli HJO Jazz Orchestra

Chi sono gli HJO Jazz Orchestra?

Semplicemente un gruppo di musicisti che collabora e che lavora insieme. Prima ci consideriamo amici e poi colleghi musicisti. Il gruppo che negli anni ha visto diversi cambiamenti di formazione, si avvale sempre della collaborazione dei musicisti più in voga nel campo dello swing e del del jazz siciliano. L’ HJO Jazz Orchestra è formata da musicisti proveniente da diverse province siciliane e formati in vari generi musicali. Siamo nati nel 2012 e vanta di organizzare con successo i propri concerti o le proprie stagioni concertistiche, nonché i vari successi all’estero.

La vostra band ha un ampio repertorio musicale che va da Perez Prado a Tito Puente sino ad Antonio Carlos Jobim passando per Duke Ellington e Glenn Miller. Ma qual è il brano che amate di più e che vi rappresenta meglio?

Sì è vero, il nostro repertorio spazia dagli anni 30 agli anni 60 della musica swing americana e non solo. Lo scopo dell’orchestra è quella di promuovere, far conoscere e far rivivere le pietre miliari dello swing e del latin che hanno reso celebre tante orchestra del tempo, da Tito Puente a Glenn Miller. È molto difficile riconoscersi in pochi brani. Direi che in qualche modo ci identifichiamo in tutti.

Valentina Friscia

Autore: Valentina Friscia

Chi sono io? Un’amante della vita, della lettura, degli animali e della propria città. La versatilità è una delle mie virtù, così come l’enorme pazienza nei confronti del genere umano. L’amore per i libri e per la scrittura mi ha permesso di accedere ad un mondo fino a poco tempo fa sconosciuto: l’arte del giornalismo con tutte le sue sfaccettature.

Latin & Swing al Cortile Platamone: conosciamo gli HJO Jazz Orchestra ultima modifica: 2017-08-29T09:23:58+00:00 da Valentina Friscia

Commenti

To Top