CATANESI NEL MONDO

Zia Favola: il racconto dell’emigrazione dei siciliani in America

Il nuovo libro di Cono Cinquemani, Zia Favola. Credits: Assya D’Ascoli

Il nuovo libro di Cono Cinquemani racconta la storia di Zia Favola e dei tantissimi siciliani che, dalla fine dell’800, hanno intrapreso il viaggio più lungo della loro vita che li ha portati negli Stati Uniti. Primo romanzo in lingua Siculish che racconta l’immigrazione: direttamente o indirettamente, è la storia di tutti noi siciliani e delle nostre famiglie.

Da San Cono a “Nova Iorca”, Favola Cinquemani è una donna già moderna. Sarà costretta ad intraprendere un viaggio che la porterà a volte a soffrire ed altre volte ad avere degli importanti successi. Con la sua spontaneità, Zia Favola ci fa sorridere e ci fa riflettere sul fenomeno che, ieri e oggi, porta i siciliani ad emigrare ed abbandonare la propria terra per cercare nuove opportunità.

Presentazione del libro Zia Favola alla Mondadori BookStore di Catania

Presentazione del libro Zia Favola alla Mondadori BookStore di Catania

Presentazione del libro Zia Favola alla Mondadori BookStore di Catania

Cono Cinquemani, accompagnato dalla meravigliosa Zia Favola, ha raccontato presso la Mondadori BookStore di Catania quello che la protagonista dovrà affrontare nel suo lungo percorso verso l’America. Il libro racconta il passaggio dalla Sicilia agli Stati Uniti, con tutte le sue tappe. L’amore per la propria terra non è sufficiente per rimanere a San Cono. Zia Favola (all’epoca solo una “picciridda”) emigrerà in America portandosi dietro tutte le sue paure: il piacere dello scoprire il nuovo, sarà perennemente accompagnato dalla paura di ritrovarsi in un nuovo luogo in cui si parla una lingua sconosciuta.

Favola lascia una terra fatta di natura, di magia bianca ( la madre di Favola era soprannominata “tirana” ed era conosciuta per incantare i serpenti) e di preghiere, per ritrovarsi a “Nova Iorca”: una città che per i siciliani era sinonimo di successo. Ma la storia ci racconta tutt’altro, perché il viaggio per Favola è stato una sofferenza già all’interno delle navi. La vita non era tutta “candy” come avevano fatto credere. Il romanzo sfata quindi molti miti legati all’America e agli americani: Favola scoprirà che non era vero che “le galline erano grandi quanto i nostri ippopotami” come affermavano in Sicilia.

Zia Favola: il nuovo libro di Cono Cinquemani

Zia Favola: il nuovo libro di Cono Cinquemani

La specialità della lingua Siculish

Il tema dell’emigrazione dei siciliani negli Stati Uniti è sempre stato molto discusso. Questa libro ha la caratteristica di raccontare il fenomeno in una lingua diversa: il Siculish. Essa è la lingua parlata dai siciliani che vivono fuori, in America. L’autore del libro, facendo una lunga indagine linguistica, è riuscito a scovare ben 230 termini in una lingua mixata (siciliano misto all’inglese), il Siculish. Non è la prima volta che una lingua venga mixata. Succede molto spesso quando intere comunità si trasferisco in un nuovo Stato con una lingua straniera. Le Little Italy sparse nel mondo utilizzano una lingua, appunto, mista. La prima lingua mista che è stata analizzata e studiata è stato lo Spanglish (spagnolo ed inglese). L’autore, prendendo spunto dallo Spanglish, ha abbinato quel modello al siculo americano, creando così il Siculish.

Zia Favola: un libro femminile che racconta il fenomeno della mafia siciliana in America

Favola ha i capelli rossi ed è femminista. Chi possedeva i capelli rossi all’epoca non era visto di buon occhio dalla gente siciliana. “Favola pilu russu”, così era chiamata a San Cono, riuscirà a riscattarsi personalmente in una nuova terra che darà opportunità alle donne. All’interno del libro viene affrontato anche il tema della mafia siciliana in America. Attraverso il racconto del personaggio Giò Petrosino, l’autore spiega che non tutti i siciliani erano mafiosi. Esistevano però alcuni esponenti della mafia che erano riusciti ad entrare negli organi più alti che gestivano l’immigrazione in America, collaborando con loro.

Autore: Valentina Friscia

Chi sono io? Un’amante della vita, della lettura, degli animali e della propria città. La versatilità è una delle mie virtù, così come l’enorme pazienza nei confronti del genere umano. L’amore per i libri e per la scrittura mi ha permesso di accedere ad un mondo fino a poco tempo fa sconosciuto: l’arte del giornalismo con tutte le sue sfaccettature.

Zia Favola: il racconto dell’emigrazione dei siciliani in America ultima modifica: 2017-10-12T09:52:01+00:00 da Valentina Friscia

Commenti

commenti

To Top