'NZICHITANZA

Zanne Festival 2017: musica, arte e natura ai piedi dell’Etna

Zanne Festival 21/23 Luglio

Zanne Festival 2017, ritorna in una delle cornici naturali più belle della Sicilia: la suggestiva Etna. “A Muntagna”, la Grande Madre, un luogo intriso di fascino e di mistero. Un paradiso terrestre dove mito e natura si fondono perfettamente. In un connubio fatto di musica e di arti contemporanee, l’appuntamento è stato fissato dal 21 al 23 luglio. Tre giornate intense per la quarta edizione che si preannuncia come uno gli eventi più attesi della stagione estiva. Un anno di pausa, tre edizioni alle spalle, un prestigioso parterre di artisti e svariate attività extra-musicali.

Zanne Festival

Zanne Kids 2017, il mini-festival ricco di sorprese

Zanne Festival, un cartellone di prestigio

Nel corso delle tre passate edizioni si sono susseguiti artisti del calibro di Swans, Franz Ferdinand + SparksGodspeed You! Black Emperor,  Calexico, Timber TimbraBlack Rebel Mortorcycle Club, Spiritualized, Blonde Redhead, e molti altri ancora. Un Festival che ha registrato un’affluenza di oltre 10.000 persone e che si è conquistato un posto d’onore tra le manifestazioni più seguite e più interessanti della scena artistica italiana e internazionale. Un evento che si è distinto dagli altri per le numerosissime attività extra-musicali. Le passeggiate a sei zampe con la Lega Nazionale per la Difesa del Cane e le lezioni di Yoga a cura della Federazione Mediterranea Yoga di Catania. Le esibizioni dal vivo di street art e la premiazione delle opere realizzate dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Catania per l’Unicef. Il contest di skateboard e l’area Kids con percorsi di gioco, laboratori e spettacoli ideati per i più piccoli.

Vulcano Etna

La suggestiva Etna

I primi nomi a Zanne Festival 2017

Mancano ancora due mesi per la tre giorni di rock e arte, ma già sono trapelati i primi nomi delle band che saliranno sul palco di Zanne Festival 2017. Tra questi vi sono gli Air: duo francese di musica elettronica formato nel 1995 da Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel. Tra Korg, Rhodes, vocoder e passione per la tecnologia, gli Air mescolano le loro ispirazioni sperimentali con un tocco classico. Un altro grande nome è quello degli Einstürzende Neubauten: berlinesi, visionari, sconvolgenti, massima e fulgida espressione della società post-industriale. Nati nel 1980 dal cantante e chitarrista Blixa Bargeld e dai percussionisti Mufti F.M.Einheit e N.U.Unruh, hanno rivoluzionato la scena musicale europea. Tra gli altri nomi vi sono anche gli of Montreal, Fujiya & Miyagi, Liminans, Ulrika Spacek, The Mystery Lights e H. Grimace. I nomi degli altri artisti verranno comunicati nelle prossime settimane così come il programma completo con tutte le attività.

Non solo musica

Oltre alla musica, vi saranno moltissime attività formate da laboratori e workshop per promuovere la cultura della sostenibilità. Zanne, è un luogo di incontro, l’occasione per confrontarsi e riflettere sulla riduzione dei consumi. In particolare vuole mettere l’accento sull’utilizzo delle risorse rinnovabili e sull’impiego di materiali a componenti basati sul riuso e riciclo. Il Festival vuole incentivare l’uso dei mezzi pubblici e di quelli collettivi: un servizio di Park&Ride con navette dedicate, l’uso di car pooling e/o di car sharing. Vuole focalizzare l’attenzione sull’ambito energetico e a tale proposito verrà utilizzata l’energia ricavata da fonti rinnovabili. Vi sarà l’opportunità di assistere e partecipare a dei gruppi didattici con attività rivolte alla sensibilizzazione verso questo tema. Riciclo creativo, Zanne Kids 2017, Eco-Contest e attività di volontariato per la pulizia dell’area d’intervento, sono soltanto alcune piccole cose che sarà possibile “vivere” all’interno di questo straordinario Festival.

Cristina Gatto

Autore: Cristina Gatto

Vivo a Catania, ho una passione viscerale per la musica, suono il pianoforte e colleziono vinili. Scrivo da quando ne ho memoria e guardo film da ancora prima. Quando qualcuno mi chiede in cosa credo rispondo di essere marxista, tendenza Groucho, perché credo che l’ironia sia la massima forma di libertà.

Zanne Festival 2017: musica, arte e natura ai piedi dell’Etna ultima modifica: 2017-05-24T13:36:43+00:00 da Cristina Gatto

Commenti

commenti

To Top