CATANIA DA SCOPRIRE

Via di San Giuliano: dalla storia alla strada

Via di san Giuliano

Ogni giorno centinaia di macchine e motorini sfrecciano per le vie del centro di Catania. Preoccupato di far tardi a lavoro o a scuola, il catanese raramente ha il tempo di osservare ciò che gli sta intorno e di interrogarsi sulla suo passato; Per questo vorrei raccontarvi la storia di una delle strade simbolo della città di Catania: Via di San Giuliano. 

Chi, infatti, interrogato da un turista, non saprebbe dare le giuste indicazioni sull’ubicazione di questa via? Chi, da catanese doc, non ha visto, almeno una volta in vita sua, la “santuzza” che risaliva la cosiddetta “acchianata”? Eppure in quanti sanno quando questa bellissima strada venne realizzata? E chi conosce la storia del personaggio di cui porta il nome?

Via San Giuliano: una storia lunga più di 300 anni

Via San Giuliano e Sant'Agata

Via San Giuliano in festa durante uno dei momenti più importanti delle celebrazioni in onore di Sant’Agata. (foto: www.mimmorapisarda.it)

La storia di questa importantissima arteria cittadina – che come un lungo serpente da Via VI Aprile si addentra fin nel cuore della città, inerpicandosi sull’ antica collina di Montevergine (la famosa “acchianata” di San Giuliano che si anima in uno dei momenti clou della vita catanese: la festa di sant’Agata) – comincia circa 324 anni fa; era il 1693, infatti, quando un tremendo terremoto distrusse Catania uccidendone gran parte della popolazione. Si rese necessario, dunque, ricostruire gran parte della città. Per questo il viceré Giovanni Francesco Paceco, Duca di Uzeda, si rivolse a Giuseppe Lanza, Duca di Camastra; proprio quest’ultimo, procedette alla progettazione e alla realizzazione di una rete urbana fatta di strade, che fossero dritte e ampie, intervallate da grandi piazze, il tutto per rendere più sicura la città in previsione anche di terremoti futuri.

Fu così che nacque per prima Via Etnea (all’ inizio chiamata Via Uzeda) e, successivamente, Via San Giuliano (in origine Via Lanza proprio in onore del Duca di Camastra che la progettò); le due vie si intersecano dando vita ad uno degli angoli più suggestivi di Catania: i Quattro Canti. Via San Giuliano è, inoltre, costellata di palazzi antichi e piccole botteghe, fino alle chiese di Via Crociferi capolavori del barocco catanese.

Da “Lanza” a “San Giuliano”

Marchese di San Giuliano. Uomo illustre e attivista politico a cavallo tra Otto e Novecento

Antonino Paternò Castello, sesto marchese di san Giuliano. Personaggio illustre della vita politica catanese e italiana.

Fu nell’ Ottocento che l’antica Via Lanza prese il suo nome odierno, che si deve ad un illustre personaggio della storia e della politica catanese e italiana: Antonino Paternò Castello, sesto marchese di San Giuliano. Questo personaggio – nobile rampollo di un’antichissima famiglia giunta in Sicilia dalla Francia ai tempi dei Normanni – crebbe leggendo Dante e Goethe, all’ombra del magnifico Palazzo di Sangiuliano, opera settecentesca del Vaccarini.

Antonino San Giuliano divenne sindaco di Catania nel 1878, all’età di soli 26 anni; pochi sanno, inoltre, che fu proprio lui, da assessore alla Pubblica Amministrazione, a far riportare a Catania le spoglie mortali di Vincenzo Bellini. Fu deputato nel governo Crispi e in quello di Giolitti; divenne ministro delle Poste nel 1899; poi di nuovo nel 1905 e dal 1910 al 1914; ministro degli Esteri per ben due volte durante il periodo coloniale; fu ambasciatore in Francia e Gran Bretagna.

 

Elena Angenica

Autore: Elena Angenica

Appena laureata in lettere ha deciso di imparare l’arte e di non metterla da parte, perciò si è laureata anche in storia dell’arte e beni culturali. Amante della scrittura, collabora con diverse testate giornalistiche e blog come catania.it. Sogna di passare la vita viaggiando alla scoperta di luoghi esotici ed affascinanti, nel frattempo si consola con le bellezze della sua terra: la Sicilia.

Via di San Giuliano: dalla storia alla strada ultima modifica: 2017-12-14T12:24:04+00:00 da Elena Angenica

Commenti

commenti

To Top