ARTE

Fondazione La Verde La Malfa a San Giovanni La Punta: un luogo dove l’arte ti fa sognare la libertà

Parco Dell'Arte di notte

“Un posto magico!”, “Spettacolare!”, “Un viaggio negli umori della contemporaneità” tra i commenti dei visitatori.

Ho visitato per la prima volta la Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte a febbraio in occasione di uno spettacolo organizzato dall’Associazione Culturale Liber…arti. Fino ad allora, nella mia ignoranza, credevo che a Catania non ci fosse un Museo di Arte Contemporanea.

Più che ammirabile è il lavoro svolto per le esposizioni temporanee al Castello Ursino ed al Palazzo Della Cultura. Ciò non ha niente a che vedere con quello a cui sono abituati in altre città europee, a cui Catania ha ben poco da invidiare in quanto a produzione artistica, storia e turismo.

Un’artista catanese: Elena La Verde

Elena La Verde lavora ad una sua opera - Archivio Fondazione La Verde La Malfa

Elena La Verde lavora ad una sua opera

Nata a Catania il 22 Giugno 1933, vive e crea le sue opere a San Giovanni La Punta. Frequenta l’Accademia delle Belle Arti di Catania e si diploma in scultura nel 1992. Una personalità estrosa, ribelle, sempre alla ricerca dell’innovazione, Elena La Verde manifesta la sua arte sotto molteplici forme.
Dalla produzione poetica di giovane età, pittura, scultura e collages, trova la sua massima espressione nella Junk Art dedicandosi ad installazioni ed assemblaggi di materiali di riciclo.

Progettata dal marito, l’ingegnere Enzo La Malfa, agli inizi degli anni ’70 viene costruita una grande villa attorniata da un ettaro di parco naturale. Inizialmente concepita come abitazione, dopo un periodo di grande produzione creativa, Elena La Verde sente l’esigenza di adibire questi spazi a esporre la sua arte.

Gli spazi espositivi della Fondazione La Verde La Malfa: un viaggio nella storia, dal ‘500 ad oggi

La Fondazione La Verde La Malfa nasce ufficialmente nel 2008, spinta da una forte passione per l’arte e dalla visione all’avanguardia di Elena La Verde.

L’enorme parco si snoda attraverso un percorso tra natura ed arte. Un vero e proprio museo all’aperto dove la vegetazione è rigogliosa e si può godere di una splendida vista su tutta Catania. Esposte qui ad ogni angolo le installazioni in ferro e bronzo di grandi dimensioni realizzate dall’artista tra il 2000 ed il 2012.
Si può ammirare tra le altre, l’opera “Le Grandi Scale”, ripresa nel logo della fondazione, simbolo di ascesa del sé ed anelito di libertà dell’artista.

All’interno della fondazione una pinacoteca raccoglie, insieme alle opere di Elena La Verde, una ricchissima selezione di opere d’arte moderna e contemporanea. Una collezione di altissimo livello che dà particolare attenzione agli artisti siciliani del Novecento.

A testimonianza del rispetto che l’artista avesse verso la memoria del passato, grande spazio viene dedicato alla collezione di abiti di fine ‘700 ed ‘800, e ad un fondo librario con esemplari risalenti all’inizio del ‘500.

Stanza della Pace

La splendida vista dalla Stanza della Pace

La Memoria: tematica centrale dell’arte di Elena La Verde

Dopo la scomparsa di Elena La Verde l’8 Maggio 2012, il figlio Alfredo ha voluto ricordare i suoi genitori inaugurando la Stanza della Pace e la Stanza della Memoria, lì dove il padre e la madre lavoravano.

Nella prima troviamo un’installazione di Angelo Casciello volta ad infondere serenità a chiunque si soffermi al suo interno.

Nella seconda sono invece esposte opere realizzate da diversi artisti attorno alla tematica della memoria. Così Joe, Tomofeeva, Treppo, Carroll e Mauri, riutilizzando  gli strumenti ritrovati nell’atelier dell’artista, hanno rinnovato la consapevolezza del presente. Questa reinterpretazione del passato permea le loro opere come ogni espressione artistica di Elena La Verde stessa.

Ecco spiegati i commenti lasciati dai visitatori della Fondazione La Verde La Malfa – Parco Dell’Arte. Ogni espressione artistica presente in questo luogo infatti vibra di quell’impeto alla libertà, spirito di ribellione presente in tutti noi. L’arte qui è contraddittoria, indomita. Senza limiti espressivi. “L’arte è eternamente libera. Fugge il dovere come il giorno la notte” diceva Kandiskij, così come la esprime Elena La Verde, un’Artista catanese.

http://www.fondazionelaverdelamalfa.com

Foto a cura di:

Archivio Fondazione La Verde La Malfa

Marcella D’Amico

Giuseppe Zappalà

Alessandro Sollima

Autore: Alessandro Sollima

“Catanese espatriato all’estero qualche anno fa, colgo quest’occasione per rientrare a contatto con la mia città. Danzatore e coreografo, mi piace scrivere il punto di vista degli artisti, ricordando che per essere un’artista non bisogna creare e vendere arte, ma semplicemente vivere la vita con creatività. ”

Fondazione La Verde La Malfa a San Giovanni La Punta: un luogo dove l’arte ti fa sognare la libertà ultima modifica: 2017-06-10T17:45:29+00:00 da Alessandro Sollima

Commenti

commenti

To Top