CATANESI NEL MONDO

Dino Distefano: il genio informatico catanese

Genio informatico catanese

Il catanese Dino Distefano tra i più famosi e capaci programmatori al mondo

Dino Distefano è il genio informatico catanese, salito alla ribalta della cronaca internazionale per l’invenzione della startup “Infer”, che evita che i sistemi informatici vadano in tilt, acquistata da Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook.

 

Foto di Dino Di Stefano genio informatico catanese

Il genio siciliano Dino Distefano nel team di Facebook

Biografia

Matematico, logico e informatico, quarto figlio di un professore di francese con il pallino per la pittura, Dino Distefano, classe ’73, originario di Biancavilla, in provincia di Catania, si appassiona alla  matematica e all’informatica sin dai primissimi anni della sua vita. A tredici anni inventa un database per catalogare i libri di casa sua.

Conseguentemente si diploma presso l’Istituto di Ragioneria, con specializzazione in informatica. Frequenta poi la facoltà di Informatica all’Università di Pisa e riesce a laurearsi in 4 anni e mezzo. Al concorso per un posto di dottorato a Pisa, l’informatico viene escluso. Decide di giocarsi la carta dell’estero, inviando il proprio curriculum all’Università di Twente (nei Paesi Bassi) e all’Università di Stoccolma (in Svezia).

L’occasione della sua vita arriva nel novembre 2003, con l’incontro col professor Peter O’Hearn, docente dell’University College of London e tra i maggiori esperti di sviluppo software, che gli offre il posto da ricercatore postdoc. Nel marzo 2004 inizia la sua nuova avventura.

Proprio a Londra, Dino Distefano incontra Cristiano Calcagno. Il sodalizio funziona: i due portano avanti progetti del ricercatore catanese riguardanti programmi e software di controllo di altri software. Articoli e paper accademici su alcune delle più importanti riviste internazionali si susseguono attirando l’attenzione sui loro progetti. Da queste premesse nasce l’innovativa startup. 

Dino Distefano e il team di Monoidics.

La startup “Infer”

“Monoidics”, è la startup che il ricercatore ha fondato assieme a Cristiano Calcagno, a Peter O’Hearn e al coreano Hongseak Yang.

In seguito, proprio da Monoidics, il team dà vita al software Infer. Il successo è immediato: ad esso si interessano alcuni dei marchi più noti del mondo dell’industria e le grandi multinazionali del settore aerospaziale e automobilistico. Il software impedisce ai sistemi informatici di paralizzarsi.

Come risultato di questo successo, nel 2013 Mark Zuckerberg  acquista Infer per testare  nuovi programmi e servizi per Facebook, affermando che: “Monoidics produce il migliore software di analisi di altri software, in grado di identificare ed eliminare i bug. Ed è ciò che noi intendiamo utilizzare per le nostre applicazioni destinate ai dispositivi mobili”

In aggiunta a questo, ecco il link della startup: http://fbinfer.com.

I Premi 

A testimonianza del suo talento,  all’informatico catanese, sono stati tributati diversi riconoscimenti e premi internazionali del mondo dell’informatica e dell’hi-tech.

Difatti, Distefano, in questi anni, è stato segnalato da Wired tra gli italiani tecnologicamente più in gamba che scelgono di fare fortuna all’estero.

Per questo motivo l’informatico ha ottenuto anche la Silver Medal dalla Royal Academy of Engineering.

Ma ancora più importante, è avere ricevuto nel 2013 il Roger Needham Award, premio assegnato all’informatico che si è maggiormente distinto entro 10 anni dall’ottenimento del Dottorato di ricerca, assimilabile al Premio Nobel.

Dino Distefano ha ricevuto il l Roger Needham Award e la Silver Medal dalla Royal Academy of Engineering

Dino Distefano ha ricevuto il l Roger Needham Award e la Silver Medal dalla Royal Academy of Engineering

In aggiunta a questo, Dino Distefano oggi ricopre il ruolo di professore ordinario d’Informatica alla Queen Mary University.

Chiaramente, ora sono in molti a contendersi questo genio siciliano, partito da una piccola città siciliana ed arrivato ai vertici dell’informatica mondiale.

Una parabola in continua salita per questo eccellente catanese che ci auguriamo voglia ritornare nella nostra isola, magari per formare tanti altri giovani talenti.

Per conoscerlo meglio, seguilo sui social: https://research.fb.com/people/distefano-dino/ ;  https://twitter.com/monoidics; https://it.linkedin.com/in/dinodistefano.  

Vedi anche: http://catania.italiani.it/luca-parmitano-nome-ad-un-asteroide/.

Sabrina Port

Autore: Sabrina Port

Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna, con il sogno del giornalismo, scrive da alcuni anni su testate locali, cercando di valorizzare quanto di più bello c’è nella nostra Sicilia e a Catania.

https://www.facebook.com/sabrina.portale

Dino Distefano: il genio informatico catanese
Dino Distefano: il genio informatico catanese
Matematico, logico e informatico, quarto figlio di un professore di francese con il pallino per la pittura, Dino Distefano, classe ’73, originario di Biancavilla, in provincia di Catania, si appassiona alla  matematica e all’informatica sin dai primissimi anni della sua vita.
itCatania
Dino Distefano: il genio informatico catanese ultima modifica: 2017-11-28T10:14:51+00:00 da Sabrina Port

Commenti

commenti

To Top