ARTE

Capitani italiani: finalmente è l’ora di Catania!

Capitan Catania

Capitan Catania: l’universo dei supereroi italiani sbarca a Catania

“Finalmente qualcuno che pensa veramente anche a noi!”. E’ la frase che costantemente si è sentito ripetere Fabrizio Capigatti, sceneggiatore e creatore dell’intero progetto dei “Capitani Italiani”. L’universo di comics supereroistici made in Italy. Nato a dicembre 2012 con il supereroe veneziano Capitan Venezia, il progetto è costantemente cresciuto fino a creare quel mondo che Capigatti aveva in testa, nato dalla convinzione che in Italia ci sia così tanto materiale su cui lavorare legato alle nostre città: dalla storia, all’arte, alla cultura popolare fino all’enograstronomia. “I miei supereroi – spiega Capigatti – attingono da tutto questo, dalla nostra cultura e non solo. C’è l’aspetto sociale che, pur restando come un secondo piano di lettura, è fondamentale”.

Il Pupo

Il Pupo

Ecco che il progetto arriva dal Veneto alla Sicilia. “Per me – continua Capigatti – il punto centrale è quello di dare voce al territorio stesso. Chi meglio di chi ci vive può conoscerlo? Per questo era importante lavorare ai personaggi siciliani con autori siciliani!”.

Nasce infatti la collaborazione nel 2016 con una splendida realtà regionale, fucina di molti nuovi talenti, come la Grafimated. Questa gestisce la Scuola del Fumetto di Palermo e la Scuola di Fumetto di Catania. Capigatti dà vita a un micro universo di supereroi siculi: Capitan Palermo, Lady Siracusa e, ovviamente, Capitan Catania che fa la sua prima apparizione ad Etna Comics del 2016.

Capitan Catania

“Come per Venezia e, di conseguenza, il Veneto – ci racconta Capigatti – anche per la Sicilia ho pensato a diversi personaggi tra supereroi e villains (i cattivi ndr), creando personaggi come l’Uomo Meusa, Il Pupo e un altro il cui nome è Il Gobbo, che visivamente sono sicuro arriverà subito al pubblico”.

Il Gobbo

Il Gobbo

Capitan Catania non poteva non nascere dalla lava dell’Etna. Ma prima ancora di essere il Liotro di lava che difende la città, era un ricercatore universitario vittima delle ultime riforme sul tema. Tra le tante riforme che impediscono a molte delle nostre menti di lavorare bene in Italia – conclude Capigatti. Costringendo a pensare di dover scappare all’estero.

Per vedere Capitan Catania all’opera ci vorrà ancora un anno di lavoro, in quanto la prima storia è in programmazione per un albo futuro, ma, nell’attesa, si può ammirare il characters che ha avuto un grandissimo riscontro di pubblicio per le suggestioni che invoca.

Capitani italiani: finalmente è l’ora di Catania! ultima modifica: 2017-05-02T13:18:07+00:00 da Luca Meli

Commenti

commenti

To Top